Direttore: Aldo Varano    

RC. Franca Milazzo su trasporto pubblico

RC. Franca Milazzo su trasporto pubblico
ReP
 

In altre parole quando può disporre di spostamenti agevoli, di un trasporto pubblico urbano e extra-urbano innovativo e sostenibile, di strutture per l’uso dei mezzi a basso impatto ambientale (es. bicicletta), di soluzioni avanzate di mobility management per gestire gli spostamenti quotidiani dei cittadini e gli scambi con le periferie e le aree limitrofe e riesce a regolamentare l’accesso ai centri storici privilegiandone la vivibilità, introducendo zone a traffico limitato, zone 30 ed isole pedonali.
Nella nostra città, ad oggi, per quanto riguarda questo settore è tutto da rifare.
A mio parere l’azione della nuova Amministrazione Comunale dovrà ripartire da tre situazioni esistenti ma precarie.
La prima, da un’Azienda cittadina di Trasporto Pubblico (ATAM) che è sull’orlo del fallimento, affossata in una condizione che ha messo in ginocchio il tessuto sociale di Reggio Calabria, lasciando interi quartieri periferici senza alcun collegamento con il centro cittadino, con conseguenze gravissime per il pendolarismo lavorativo e scolastico.
La seconda, da una vasta rete ferroviaria su tratte in perdita di gestione (sono tante le piccole stazioni chiuse), che già sta funzionando da Metropolitana di Superficie anche se offre un servizio, considerato utilissimo dai pochi che ne possono beneficiare, ma di per sè carente ai bisogni di tutti.
Ed infine la terza, da una pista ciclabile che ha fatto e fa molto discutere sia per la cifra spropositata spesa per il progetto che per le scelte discutibili per il percorso relativamente alla sicurezza ed all’integrazione del percorso ciclabile con l’arredo urbano.
Condivido le azioni proposte nel suo programma elettorale dal Sindaco Giuseppe Falcomatà nei riguardi dell’ATAM: recuperare, innanzitutto, i crediti della Regione, avanzati dall’ATAM (ci sono già notizie positive in merito), evitando il fallimento e garantendo i lavoratori, quindi mutare l’attuale forma Societaria in Azienda Speciale in modo da permettere all’Ente Comune un controllo diretto sulla gestione della stessa.
Relativamente alle potenzialità offerte dalla rete ferroviaria insistente sul territorio della città, è necessario, secondo me, che l’ Amministrazione Comunale si interfacci con la Società Trenitalia affinchè si cerchi di potenziare con altre carrozze la già esistente Metropolitana di superficie, chiaramente insufficiente nelle ore di punta del pendolarismo.
Necessaria sarà anche la collaborazione con un’altra Società del Gruppo FS, Ferservizi S.p.A., che con il Mobility Manager potrà avviare ed instaurare specifiche convenzioni con ATAM da mettere a disposizione dei numerosi dipendenti residenti nelle zone periferiche. Sempre da questa collaborazione si potrà indirizzare l’adesione della futura città Metropolitana di Reggio Calabria ai servizi consorziati di ICS per il car sharing destinato ai dipendenti residenti oltre il territorio comunale.
Infine, colmando le carenze strutturali della pista ciclabile, pavimentazione non idonea e scivolosa in caso di pioggia - presenza di griglie di raccolta delle acque - poco spazio riservato al passaggio dei pedoni e tanto altro ancora, si potranno individuare gli spazi da destinare a stazioni di bike sharing (a tal proposito perché non utilizzare le piccole stazioni FS chiuse?), offrendo ai turisti e non residenti un servizio efficiente ed eco-sostenibile.
Concludendo con l’introduzione di ZTL, Z30, aree pedonali, semafori intelligenti, e parcheggi di interscambio ai margini della città, si potrà veramente realizzare quella che sarà la futura Città Metropolitana di Reggio Calabria, aperta al turismo ed alla cultura.

FRANCA MILAZZO
Commissaria Pari Opportunità - REGIONE CALABRIA
ATA - Reggio Calabria