Direttore: Aldo Varano    

MOnsignor Nunnari, la Calabria è terra di santi

MOnsignor Nunnari, la Calabria è terra di santi
''La Calabria è una terra di Santi. La  'ndrangheta è una minoranza. E la canonizzazione domani di un nuovo  beato calabrese è una bella presentazione per la nostra regione, in un momento in cui siamo spesso agli onori della cronaca per fatti che non ci fanno onore''. A sottolinearlo è il vescovo di Cosenza-Bisignano  monsignor Salvatore Nunnari, alla vigilia della canonizzazione di  Frate Nicola Saggio, di Longobardi, domani a San Pietro.     
 
''Alle 10 Papa Francesco celebrerà la messa con i vescovi delle  diocesi di provenienza dei beati che durante la celebrazione saranno  proclamati santi - spiega mons. Nunnari all'Adnkronos - Poi saranno  presentate le reliquie esposte sul sagrato, e lunedì ci sarà a messa  solenne di ringraziamento. Noi calabresi andremo a San Paolo fuori le  mura''.     
 
''In particolare Cosenza ha tante cause avviate - ricorda il vescovo - tra le quali una particolarissima, di una ragazza di 16 anni,  Arcangela Filippelli, anche lei di Longobardi, che nel 1860 ha avuto  il martirio per essersi opposta allo stupro''. Monsignor Nunnari fa  poi notare una caratteristica che accomuna i santi calabresi: ''a  partire da San Francesco di Paola sono figli di contadini. L'occhio di Dio cade sugli umili, nel rispetto della nostra terra che ha una  tradizione agricola. Abbiamo santi protettori e modelli di vita. Anche il beato Saggio che domani sarà santo ha svolto sempre un servizio di  carità per i poveri, ed è sempre stato ascoltato dal Papa''.