Direttore: Aldo Varano    

BERLUSCONI lancia Salvini leader e goleador del Cdx. Ma il Nazareno non si tocca

BERLUSCONI lancia Salvini leader e goleador del Cdx. Ma il Nazareno non si tocca
La "lettura" dell'inner circle è che non ci sia stata alcuna investitura, ma che si tratti di un modo per "unire" il centrodestra in un ambito di ruoli ben precisi. Il malessere che attraversa i gruppi parlamentari azzurri, per la verità ormai adusi a questo genere di attacchi di panico, sembra però raccontare un'altra storia. Ovvero la sensazione che, per l'ennesima volta, Silvio Berlusconi stia cercando di tutelare i suoi interessi anche a scapito del partito e dei suoi parlamentari. Questa volta non in nome di Renzi ma dell'altro Matteo, il leader leghista Salvini.
L'ex premier, infatti, non solo lo elogia nel corso di quell'ufficio di presidenza convocato per far rientrare il nuovo capitolo della querelle "Fitto" ma, di più, lo loda pubblicamente durante la presentazione del libro di Bruno Vespa. Il segretario del Carroccio - dice il Cav - non soltanto è stato bravissimo a fare campagna elettorale ma è un "goleador", un centravanti che sa segnare punti e lo potrebbe fare per il centrodestra tutto unito. Ovviamente, questo non vuol dire che Berlusconi sia disposto a farsi da parte: per se stesso, infatti, sceglie il ruolo di "regista". Anche perché - spiega rimanendo nella metafora calcistica - un attaccante da solo non basta, dietro serve una squadra e la Lega per certe ambizioni "nazionali" non può bastare.