Direttore: Aldo Varano    

CORIGLIANO. Forza Italia sul risultato elettorale regionale

CORIGLIANO. Forza Italia sul risultato elettorale regionale

A distanza di qualche settimana dalle elezioni per il rinnovo del Consiglio Regionale della Calabria, Forza Italia Corigliano intende doveroso esprimere alcune considerazioni. Non una classica analisi post-voto, bensì una serie di riflessioni condivise, e si auspica anche utili, nell’ottica del dibattito politico locale.

Il dato più preoccupante, anzi allarmante, è naturalmente costituito dall’alto indice di astensionismo registrato nell’elettorato coriglianese. Una vera e propria “allergia ai seggi”, oseremo definirla, questa della cittadinanza ausonica, poiché la bassa affluenza alle urne registrata in occasione delle Regionali è la conferma di quanto già verificatosi in tutte

le ultime consultazioni: turno di ballottaggio delle Amministrative 2013 nonché recenti Europee. Un dato che, a parere di Forza Italia, deriva, oltre che dalla ormai consueta disaffezione verso la politica in generale – fenomeno presente un po’ ovunque in tutto il territorio nazionale a causa della perdurante crisi economica, dell’incapacità istituzionale di dare riposte celeri e opportune nonché dei tanti scandali e numerose inchieste giudiziarie che hanno toccato da vicino i partiti politici –, anche e soprattutto da un fattore tutto locale: si pensi che solo il 7% ha espresso il proprio consenso nei confronti di rappresentanti territoriali.

L’assenza di un dibattito politico serio e proficuo in città, ha generato una ormai sempre più accentuata distanza tra chi occupa ruoli di responsabilità e chi è dall’altra parte, alla quale occorre porre rimedio con una inversione di tendenza che faccia recuperare il rapporto tra e per i cittadini nell’esclusivo interesse del bene comune.

In un quadro di totale desolazione, non può non avere colpe anche chi governa questa città. Occorrevano atti e gesti concreti da parte di un governo, quello cittadino, che non possiede l'orgoglio di una propria e specifica creatività politica, il quale non solo non è più credibile, ma ridotto sempre a subordinare l’interesse generale a quello particolare.

Altra considerazione, i 2000 voti riportati dalla lista FI sul territorio comunale rappresentano motivo di incitamento per una valida prospettiva, un segnale, questo, d’incoraggiamento da parte di numerosi iscritti, simpatizzanti e comuni cittadini che, unito al notevole interesse dimostrato da parte di molti consiglieri comunali nei confronti del Movimento, testimonia la possibilità concreta e allettante di poter costruire percorsi comuni in grado di riformulare una nuova e più ampia proposta politica di Centrodestra per la città.

I Congressi serviranno anche a questo, affinchè Forza Italia ritrovi il giusto equilibrio attraverso una elaborazione di prospettive, al fine di ridare speranza ad un popolo oramai succube della rassegnazione.