Direttore: Aldo Varano    

Soveria Mannelli. Infocontact, amministrazione comunale partecipa al Consiglio comunale di LT

Soveria Mannelli. Infocontact, amministrazione comunale partecipa al Consiglio comunale di LT

L’Amministrazione Comunale di Soveria Mannelli, accogliendo l’invito del presidente del consiglio comunale di Lamezia Terme, Francesco Grandinetti, sarà presente domani al Consiglio Comunale congiunto convocato nella città della Piana per discutere della vertenza Infocontact che vede a rischio 1800 lavoratori.

“La nostra presenza – ha dichiarato il sindaco di Soveria Mannelli, Giuseppe Pascuzzi – vuole essere un modo per rappresentare la vicinanza dell’Amministrazione Comunale di Soveria Mannelli ai lavoratori Infocontact ed alle loro famiglie per la situazione di incertezza che stanno vivendo in queste ore. In un territorio come il nostro attanagliato dalla mancanza di lavoro, situazioni come questa fanno emergere con drammaticità la situazione di grave crisi che quotidianamente tante famiglie vivono, dignitosamente, sulle loro spalle. Pur nella consapevolezza di non avere la bacchetta magica per poter risolvere tali problemi – ha aggiunto - , siamo convinti che momenti di unione e di confronto come quello di domani possano dare un contributo affinchè si riesca a trovare una soluzione a quella che si prospetta come un’ennesima mannaia che si abbatte sulla nostra già provata economia”.

“Come Amministrazione Comunale – ha aggiunto Pascuzzi - auspichiamo che dal tavolo di crisi che domani si svolgerà a Roma in contemporanea con il Consiglio Comunale, possano giungere notizie rasserenanti per questi lavoratori e per le loro famiglie. Ecco perché oggi più che mai occorre fare quadrato attorno a questa vertenza che non riguarda solo i dipendenti della Infocontact ma tutti noi. Si tratterebbe, infatti, dell’ennesimo abbandono di questo territorio costretto a vedere emigrare i propri figli per assicurarsi un futuro degno di questo nome. Da qui il nostro appello alla deputazione calabrese tutta affinchè domani la Calabria a Roma faccia sentire alta la sua voce contro questo scippo che appare sempre più una beffa”.