Direttore: Aldo Varano    

FILT CGIL: "Anas garantisca art. 1 Cost."

FILT CGIL: "Anas garantisca art. 1 Cost."

ReP

So, sappiamo che stiamo attraversando una fase politica delicata e difficile dalla quale speriamo di uscirne nei tempi più brevi possibili. Dico nei tempi più brevi perché le persone che soffrono non hanno tempi brevi, piuttosto sono tempi nei quali si allarga quella parte umana che perde la fiducia nelle Istituzioni. Noi della FILT CGIL Anas regionale lo verifichiamo quotidianamente. Tanti lavoratori che non hanno una certezza del loro lavoro e dunque del futuro delle loro famiglie, non sanno a che santo rivolgersi: noi come sindacato siamo una sponda, e noi sindacalisti siamo impegnati a fare ritrovare loro fiducia. Esiste un mondo possibile. In questa fase nella quale si allarga nei fatti la precarietà, ci giungono notizie che riteniamo possano anche non essere vere e vorremmo che fossero smentite, ma vogliamo citare a tal proposito il grande Pasolini che in un bellissimo suo scritto dice “io so perché sono un intellettuale e so mettere insieme i pezzi”. Ovviamente la sua conclusione è quella che al di là dell’accertamento della magistratura la politica deve sapere entrare nel merito ed esprimere un giudizio anche se parziale e non definitivo. Serve in questo momento una grande onestà intellettuale da parte di ogni sindacato, di ogni partito, di ogni associazione per avviare una fase di confronto inedita che ci porti a conclusioni condivise. Ritornando a quanto “si dice” sembrerebbe che l’offerta che farebbe l’Anas ad alcuni lavoratori in situazione di precarietà, e dunque in uscita sia quella di contratti a tempo determinato. Bene. Ma se tale rapporto venisse offerto chiedendo ai lavoratori in difficoltà di rinunciare ad eventuali vertenze tendenti alla regolarizzazione del loro status lavorativo pregresso (lavoro precario co.co.pro. ed altro), se fosse vero e noi ci auguriamo di no, sarebbe un fatto gravissimo e riconducibile all’instabilità democratica. Dobbiamo lavorare tutti perché sia onorato l’art. 1 della Costituzione, l’Italia è un paese che fonda la sua etica sul lavoro. La FILT CGIL sta lavorando perché l’Anas rispetti gli accordi che sottoscrive e in questo momento noi notiamo un vulnus nelle relazioni sindacali. Avremo modo come FILT di dire come la pensiamo alla dirigenza Anas in uno dei prossimi incontri sia calabresi che romani, in ogni caso noi vogliamo stabilire con l’Anas nella quale lavoriamo che le difficoltà che ci sono vengano affrontate rapidamente in modo che la sicurezza sulle strade sia garantita a tutti cittadini e lavoratori.

Lamezia Terme, 24/01/2015

                       Francesco Fazzolari Responsabile Anas Filt-CGIL Calabria