Direttore: Aldo Varano    

Incontro tecnico per l’istituzione di un servizio di Collegamento Messina – Aeroporto di Reggio

Incontro tecnico per l’istituzione di un servizio di Collegamento Messina – Aeroporto di Reggio
ReP

Facendo seguito all’incontro del 21 gennaio, voluto dai due sindaci di Reggio e Messina e volto a definire un percorso comune per affrontare i problemi dell’area dello Stretto, lunedì 2 febbraio si è svolto a Palazzo San Giorgio un incontro tecnico per approfondire i temi della mobilità dell’area in relazione al collegamento con l’aeroporto Tito Minniti di Reggio Calabria.
Erano presenti gli Assessori ai trasporti di Reggio e Messina, A. Quattrone e G. Cacciola, il dirigente della Provincia di Reggio Calabria, ing. D. Catalfamo e gli Amministratori e dirigenti delle due aziende pubbliche di trasporto, Prof. A. Gatto e ing. D. Iannò, per ATAM e G. Foti per ATM.
L’incontro è stato occasione per confermare l’intenzione del Comune di Messina di potenziare e sviluppare l’aeroporto di Reggio Calabria, considerato non solo geograficamente, ma anche logisticamente, l’aeroporto delle due città sorelle.
L’obiettivo iniziale è quello di istituire, mediante un autobus dedicato, un servizio di collegamento diretto tra il parcheggio Cavallotti di Messina e l’Aeroporto in modo da aumentare l’accessibilità del territorio messinese verso lo scalo reggino per renderlo maggiormente competitivo rispetto a quello catanese.
In una prima fase sperimentale, il servizio verrebbe attuato in coincidenza con le partenze dei voli per Milano e Roma delle ore 06.30 e 7.10 e con gli arrivi da Roma e Milano delle ore 22.40 e 23.05.
Sulla base di quanto sopra le due aziende del trasporto pubblico delle città di Messina e di Reggio Calabria, consapevoli di avere entrambe la stessa missione produttiva, intendono stabilire un’intesa che preveda di effettuare il servizio di trasporto ottimizzando le poche risorse finanziarie che verranno messe a disposizione.
La collaborazione fattiva fra le Amministrazioni ed Aziende di TPL delle due sponde, in tal senso, potrebbe consentire il raggiungimento di un duplice obiettivo: soddisfare l'attuale domanda di mobilità di Messina, che potrebbe raggiungere Roma e Milano con tempi ridotti rispetto al collegamento da Catania, e contribuire ad aumentare il bacino di utenza dell'Aeroporto di Reggio.