Direttore: Aldo Varano    

PIANOPOLI (CZ). Il Comune fa ricorso al Tar contro la Centrale Edison

PIANOPOLI (CZ). Il Comune fa ricorso al Tar contro la Centrale Edison

ReP

Si è riunita questa mattina la giunta comunale, presieduta dal sindaco, Gianluca Cuda, alla presenza anche del tecnico, architetto Luigi Mercuri, nel corso della quale si è discusso ancora una volta del progetto inerente la Centrale Turbogas dell’Edison S.p.A., previsto nell’Area dei due Mari nel territorio di Pianopoli. Dopo la serena e decisa esposizione del sindaco Cuda sul tema e la dettagliata relazione dell’architetto Mercuri, la giunta ha deliberato di dare mandato all’avvocato Alfredo Gualtieri di Catanzaro, per ricorso al TAR avverso il provvedimento di V.I.A. n.0000228 del 17/09/2014 emesso dal Ministero dell’Ambiente in ordine al progetto “Modifiche progettuali per la centrale termoelettrica di Pianopoli – Impianto da 817 MW e relative opere connesse presentato da Edison SpA . Il provvedimento, preso dalla Giunta nei tempi stabiliti dalla legge, che prevede il ricorso del comune entro 60 giorni dalla pubblicazione dell’atto su Gazzetta ufficiale, fa seguito alla coerente presa di posizione del Comune di Pianopoli in merito alla questione “centrale Turbogas”. “L’incontro di oggi non ha comportato alcuna difficoltà – ha detto al termine della seduta il sindaco di Pianopoli - siamo stati tutti concordi nella decisione di nominare un legale che porti avanti le nostre istanze, che sono, coerenti con quanto abbiamo fatto fino ad oggi. E’ un atto concreto - ha evidenziato ancora Cuda - che mostra verso quale direzione sta andando la nostra amministrazione che non mette mai in secondo piano il bene comune. C’è il rispetto di quanti hanno creduto nella Calabria e in quell’area, investendo in attività commerciali e creando posti di lavoro. Anche il nostro Psc ha previsto 50 lotti come area PIP, che saranno venduti proprio nel rispetto della vocazione di quella zona. Quando è nato il progetto dell’EDISON, non c’erano ancora gli insediamenti che oggi fanno di quell’area un fulcro del commercio. Tutto è cambiato con il tempo ed oggi – ha concluso il primo cittadino di Pianopoli – assicuro che faremo quanto è possibile per legge al fine di evitare che si possa portare avanti il progetto dell’EDISON, e quindi danneggiare quanto già esiste sul territorio. Anzi, spero di potere contribuire alla crescita dell’occupazione con le scelte che porteremo avanti”.