Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Terminata la prima fase del workshop "L'orto incolto"

REGGIO. Terminata la prima fase del workshop "L'orto incolto"

L’evento è stato organizzato e allestito dall’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, dal Conservatorio di Musica “Francesco Cilea”, dal Parco Ecolandia e dall’associazione “SudArch”. Santo Marra, in rappresentanza di quest’ultima realtà associativa, ha tenuto a precisare che a vincere sono stati tutti i partecipanti al laboratorio di arte dei giardini “L’Orto incolto”, nato nell’ambito del progetto più vasto “L’Orto di Calipso – Il Giardino Mediterraneo tra arte, leggende, mitologia”. “Abbiamo voluto presentare alla città – ha commentato Marra, durante la conferenza stampa tenutasi nella Pinacoteca Civica di Reggio Calabria - i progetti nati dalla serie d’incontri che abbiamo realizzato, per dare atto in modo concreto che i seminari tematici hanno prodotto cinque progetti davvero realizzabili. Tra questi, la commissione esaminatrice presieduta dal grande paesaggista Joao Nunes, ha selezionato non il migliore, bensì il primo premio. Perché il nostro non è stato un vero e proprio concorso ma un momento d’incontro culturale per scambiare conoscenze, sono tutti lavori eccellenti. Siamo partiti dall’orto per analizzare il paesaggio e l’arte in senso lato ecco perché abbiamo scelto la Pinacoteca Civica per presentare i risultati di questa prima parte del workshop. L’intento è costruire un paesaggio del futuro che presti attenzione alla natura e al vivere in armonia con essa”. Il progetto è stato finanziato nell'ambito dell'intervento “Creazione del Distretto culturale e relativa programmazione ed organizzazione di eventi di rilevanza nazionale ed internazionale” (PISU di Reggio Calabria - POR FESR Calabria 2007/2013 - Asse VIII - Linea di intervento 8.1.1.3), come ribadito anche dalla responsabile del procedimento per il Comune di Reggio Calabria, Daniela Monteleone. “L’attenzione verso il paesaggio – ha affermato invece l’assessore comunale alla Cultura, Patrizia Nardi – è uno degli elementi portanti del progetto culturale della nostra amministrazione. Qualche settimana fa, in quest’ottica, abbiamo insediato a Palazzo San Giorgio l’osservatorio siti Unesco che lavorerà, in collaborazione con l’ateneo cittadino, per la promozione al patrimonio anche in chiave paesaggistica. È importante che determinati obbiettivi siano sviluppati in sinergia con gli operatori culturali della città. L’assessorato che dirigo, sta lavorando molto in questa direzione. Incontro settimanalmente le realtà del territorio, per costruire una rete solida di sinergie capace di costruire programmi culturali importanti”. Per quanto riguarda l’esito della selezione, il primo premio è andato a Oscar Damiano Mannarella con il progetto denominato “Orto@79”, il secondo a “L’orto sospeso” di Giuseppina Monica Serra e le tre menzioni speciali sono andate ai progetti “Il giardino delle farfalle”, “L’orto Mu-Orto” e “6menti indipendenti”. “Tutti i progetti – ha sottolineato Marra – parteciperanno di diritto all’evento “Garden Day” che si svolgerà a Reggio in primavera. Si tratta di una grande festa del verde e dei fiori interpretati con dieci istallazioni, cinque già selezionate durante il workshop, le altre saranno selezionate in seguito ad un bando”.