Direttore: Aldo Varano    

S. GIOVANNI IN FIORE (CS). Nesci (M5s) scrive all'Asp per ospedale

S. GIOVANNI IN FIORE (CS). Nesci (M5s) scrive all'Asp per ospedale
 

In seguito alla recente ispezione all'ospedale civile di San Giovanni in Fiore (Cosenza), la deputata M5s Dalila Nesci ha avanzato specifiche richieste in una lettera indirizzata ai vertici dell'Asp di Cosenza, al commissario per il rientro sanitario, Massimo Scura, e al governatore della Calabria, Mario Oliverio.  «Per quanto concerne il Pronto soccorso – ha scritto la parlamentare M5s – mi risulta che da tempo siano sospesi dei lavori di ampliamento e adeguamento, già provvisti di copertura finanziaria, che avviati subito servirebbero a migliorarne l'efficienza e a restituire dignità ai pazienti». «Il servizio di Cardiologia – ha aggiunto la parlamentare – andrebbe potenziato, almeno con la presenza di un cardiologo per 12 ore su 24, che servirebbe anzitutto a cogliere prima eventuali gravi patologie cardiache acute. A questo proposito, si segnala che per evento cardiaco lì si sono verificati, purtroppo, decessi di pazienti tenuti in lunga osservazione, i quali si sarebbero magari salvati, se sul posto vi fosse stato pure uno specialista». Nella lettera la deputata ha evidenziato le gravi difficoltà di spostamento da San Giovanni in Fiore, chiedendo una maggiore presenza dell'ortopedico, pure per le pratiche sportive nel territorio e per la sua vocazione turistica. «Bisognerebbe anche – ha scritto la deputata M5s – incentivare la possibilità d'intervenire nell'ospedale di San Giovanni in Fiore su patologie chirurgiche a bassa intensità di cura, il che solleverebbe il lavoro delle Chirurgie degli ospedali più grandi, che con apposita norma potrebbero essere impiegate soltanto per gli interventi di maggiore complessità». Inoltre, Nesci – che nella missiva ha parlato anche di una possibilità di asportare la cataratta all'ospedale di San Giovanni in Fiore – ha chiesto una maggiore possibilità di utilizzo della tac, pure con mezzo di contrasto, l'apertura del consultorio interno h12, la realizzazione di un'Osservazione breve intensiva e il potenziamento dell'Assistenza domiciliare invalidi e dell'Assistenza domiciliare psichiatrica.