Direttore: Aldo Varano    

Crisi Sogas, Filt CGIL: "responsabile della situazione disastrosa è Raffa"

Crisi Sogas, Filt CGIL: "responsabile della situazione disastrosa è Raffa"
 

ReP

Il maggiore responsabile della situazione disastrosa della Sogas e dell’aeroporto di Reggio Calabria è Giuseppe Raffa, Presidente dell’Amministrazione Provinciale. Infatti, è ormai da oltre 4 anni che svolge questo importante ruolo istituzionale, da oltre 3 che ha affidato il ruolo di Presidente Sogas a Porcino, da oltre 2 che viene richiamato alle proprie responsabilità dalle OO.SS. ed è da oltre un anno che non ha la capacità e la volontà di risolvere il problema. Uno che ha passato tutto questo tempo a dire una cosa e il suo esatto contrario è colui a cui i reggini ed i cittadini dell’Area dello Stretto si devono rivolgere e recriminare sul mancato decollo dello scalo. Non è mai successo nella storia di alcuna società che il Socio di maggioranza dica a parole di comprendere i motivi della responsabilità anche del Presidente da lui nominato e poi nei fatti non opera assolutamente per risolvere i problemi. Solo nelle società pubbliche, quelle in cui la politica mette le mani per consolidare il proprio potere, può succedere! Allo stesso modo il Presidente Raffa fa nominare commissioni, come quella della Provincia, con il solo scopo di non dire nulla e per togliere dalle proprie spalle il pesante fardello di una responsabilità opprimente offrendola ad un ragazzo scostumato oltre che bricconcello, per sviare dai veri problemi della Sogas. E poi  l’altra pesante responsabilità del Presidente della Provincia è quella di essere impegnato a programmare solo il proprio futuro. Cosa pensa il buon Presidente della Provincia di questa fase politica, lui che dal Centro sinistra e dal partito popolare passò d’un tratto al centro destra, prima nella Casa della Libertà e poi, sganciatosi da Scopelliti, in Forza Italia, sotto l’egida di qualcuno che da Roma lo accompagnava nei suoi percorsi provinciali? Il vento dello Stretto porta con sé voci che dicono che Raffa stia per essere rifolgorato sulla strada di Damasco per tentare di riacciuffare qualche sgabello, visto che la poltrona su cui sta seduto tra pochi mesi gli scivolera' da sotto il sedere. Da parte nostra, da questo momento abbandoneremo il fioretto e diremo pane al pane e vino al vino. Parli lui adesso e noi a lui risponderemo. Ma dica pure ai suoi di tenere a freno la lingua perché anche noi, come dice la canzone, "abbiamo delle belle e buone lingue".  

                                                                                                  Nino Costantino

 

                                                                                                  Segretario generale Filt-CGIL Calabria