Direttore: Aldo Varano    

Campanella e Marazziti: "le politiche sull'infanzia in Calabria sono all'anno zero"

Campanella e Marazziti: "le politiche sull'infanzia in Calabria sono all'anno zero"

ReP

Le politiche sull'infanzia in Calabria si sono limitate nel decennio trascorso in una blanda formazione fine a se stessa e in dichiarazioni di principio senza alcuna sostanza. Lo affermano il giornalista Mario Campanella, Presidente di Peter Pan, associazione contro la pedofilia,  e la psichiatra Donatella Marazziti, docente all'Università degli studi di Pisa. Nessuna azione preventiva-si legge - è stata messa in atto per contrastare il fenomeno degli abusi sessuali che riguarda anche un'alta percentuale di bambini provenienti da altri Paesi.
Le Asp potevano  concertare con il garante per l'infanzia progetti obiettivi per il sostegno psicoterapico alle vittime e ai loro familiari.  Potevano,  ma non lo hanno fatto. Gli sportelli per l'ascolto del disagio adolescenziale-continuano Campanella e Marazziti- non esistono e i progetti europei per incidere concretamente sul territorio non sono mai stati attivati. Abbiamo dimostrato con uno studio scientifico-continua la nota- l'alta percentuale di ragazzi con dipendenza da internet, ma anche qui siamo allo zero in fase di operatività.
Le rette dei minori in casa famiglia continuano a essere basse e il nostro appello all'assessore Guccione è di promuovere una grande strategia per l'infanzia in crisi che punti alla deistituzionalizzazione.
Su questi temi-concludomo Campanella e Marazziti- la regione paga l'inefficienza delle amministrazioni pubbliche e la scarsa consapevolezza di una politica sui minori