Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Grande successo per la Mostra "Pietas"

CATANZARO. Grande successo per la Mostra "Pietas"
 

Venerdì 17 Aprile 2015 alle ore 18,00 presso la Sala Culture della Provincia di Catanzaro in Piazza Prefettura a Catanzaro, è stata inaugurata la mostra fotografica dal titolo “Settimana Santa in Calabria - Viaggio tra sacro e tradizioni popolari” a cura dell’Associazione  Video fotografica L’Obiettivo di Tiriolo e  patrocinata dall’Amministrazione Provinciale di Catanzaro e dal Comune di Tiriolo. Nel corso della serata è stato presentato in anteprima nazionale il volume fotografico “Pietas – “Riti della Settimana Santa in Calabria”,  edito dalla stessa associazione video fotografica. La pubblicazione è stata patrocinata dell’Amministrazione Provinciale di Catanzaro e dall’Amministrazione Comunale di Tiriolo. I lavori di presentazione sono stati coordinati dal  direttore di Local Genius, Massimo Tigani Sava, che ha anche curato l’edizione del libro. Nel corso della serata culturale sono intervenuti Maria Rita Galati dell’ufficio stampa del presidente della Provincia E. Bruno che ha portato i saluti del presidente  Il sindaco di Tiriolo,  Giuseppe Lucente, il presidente dell’associazione videofotografica “l’Obiettivo “, Antonio Paonessa; il Vicario dell’Arcidiocesi Metropolita di Catanzaro-Squillace, monsignor  Pino Silvestre e Luigi Mariano Guzzo, dottorando in diritto ecclesiastico. Presenti anche il vicepresidente della Provincia di Catanzaro, Vittorio Paola, il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, il sindaco di Nocera Terinese Gaspare Rocca, il sindaco di Settingiano Rodolfo Iozzo. Il Volume fotografico Pietas è un vero e proprio viaggio per immagini attraverso trentuno comuni calabresi contenente suggestive e bellissime fotografie che rappresentano in pieno la testimonianza di come sacro e profano, misticismo e passione, tradizione e culto si fondono nei  riti e nelle manifestazioni piene di profondo valore spirituale e simbolico. Le foto sono state scattate negli anni tra il 2000 e il 2013 e testimoniano riti e manifestazioni che abbracciano le religioni e le religiosità popolari, da quella albanese a quella greco-ortodossa, dalla cattolica all'occitana. I centri calabresi presenti nell'esposizione e nelle pagine del volume sono: Amantea (CS)   -  Badolato  (CZ)   -   Bivongi (RC)  - Briatico (VV)   - Botricello  (CZ) - Bova  (RC)  -  Cassano Ionio  (CS)  -   Catanzaro  -  Caulonia (RC) -  Civita(CS) - Cropani  (CZ)   -  Davoli  (CZ)   -   Frascineto  (CS) - Gagliano di Catanzaro (CZ)  -    Girifalco  (CZ)  -  Lamezia Terme (CZ) - Maierato  (VV)  -  Marcellinara (CZ) -  Mesoraca (KR)  -   Monterosso Calabro  (VV)  - Nocera Terinese  (CZ)  -  Pizzo Calabro  (VV)  -   San Benedetto Ullano (CS)- San Pietro Apostolo (CZ)  - San Sostene  (CZ)  -  Santa Caterina dello Ionio (CZ) - Settingiano  (CZ)  -  Stilo  (RC)  -  Taverna  (CZ)  -  Tiriolo (CZ)-  Verbicaro (CS). I soci che hanno realizzato le fotografie, presenti nell'esposizione e nel libro fotografico, sono: Martino Ciambrone,  Pietro Ennio Procopio, Vittorio Greco, Massimo Merigelli, Domenico Giampà, Gianluca Rocca, Andrea Azzarito ed Antonio Paonessa.