Direttore: Aldo Varano    

ROSARNO. Stati Generali della Cultura: mostra "In agro di Rosarno"

ROSARNO. Stati Generali della Cultura: mostra "In agro di Rosarno"
 

Nell'ambito degli “Stati generali della Cultura”, organizzati dall'assessorato ai Beni Culturali della provincia di Reggio Calabria, la mediateca comunale “F. Foberti” di Rosarno ospita la mostra documentaria “In agro di Rosarno”  a cura della sezione Archivio di Stato di Palmi e dell'Amministrazione Comunale di Rosarno. Come spiegato nell'introduzione alla mostra da Mirella Marra, curatrice della mostra e direttrice dell'Archivio di Stato di Reggio Calabria, “l'esposizione si sviluppa in due grandi sezioni: la prima è “In agro di Rosarno. Territorio e Cittadini”. In questo excursus documentario e cartografico sono segnate le tappe delle opere di bonifica della Piana di Rosarno insalubre e malarica. I provvedimenti adottati e le determinazioni assunte dalle Amministrazioni centrali e periferiche per il governo del territorio indicano lo svolgersi della vita sociale dei cittadini, dallo sconvolgimento geofisico del territorio determinato dal terremoto del 5 febbraio 1783, alla costruzione di macchine idrauliche nel tentativo di dare un nuovo sviluppo all'agricoltura.
Poi, ancora, il terremoto del 28 dicembre 1908, i baraccamenti, le Guerre, la Società Anonima Frutteti Riuniti di Rosarno, che negli anni '40 era composta da soci altoatesini, scandiscono in modo incisivo i ritmi di vita della popolazione. Una particolare attenzione è dedicata, nell'immediato Dopoguerra, ai primi scioperi dei lavoratori agricoli e alle donne raccoglitrici di olive di Rosarno.Nella seconda sezione, “In agro di Rosarno. La Repubblica Italiana e il Lavoro”, la sequenza documentaria rende tangibile, nel decennio 1950-1960, l'entusiasmo per la conquista della Democrazia e il profondo desiderio di cambiamento per il progresso economico. Si è scelto di esemplificare con i documenti l'istituzione di associazioni di agricoltori giovani, donne e uomini, che avviano nuove esperienze di lavoro per lo sviluppo economico e la produzione di ricchezze. Il percorso di esegesi della storia è dimostrato dall'attività dell'Associazione “Clubs Tre P – Provare Produrre Progredire”, fondato nel 1957 e diffusasi in brevissimo tempo su tutto il territorio nazionale.”Questo “viaggio nella storia”, è stato realizzato con la speranza che i cittadini tutti sentano il desiderio di riflettere e valutare ogni documento, guardando alla loro terra con occhi nuovi.

 

La mostra sarà visitabile presso i locali della Mediateca Comunale siti in via Umberto I, fino a giovedì 30 aprile.