Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Falcomatà ha partecipato al progetto Start City per le Città Metropolitane

REGGIO. Falcomatà ha partecipato al progetto Start City per le Città Metropolitane
 

Prestigioso appuntamento per il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, che nella giornata di martedì ha partecipato alla prima riunione dell’advisory board del progetto Start City per le Città metropolitane, realizzato da Anci in collaborazione con The European House-Ambrosetti(TEH-A), assieme agli altri sindaci delle Città metropolitane e con il presidente dell’ANCI, Piero Fassino.L’importante progetto, ha l’obiettivo di fornire alle Città metropolitane elementi di contenuto e di orientamento per l’implementazione di un percorso di sviluppo economico per il miglioramento dei livelli occupazionali e di reddito nelle popolazioni. Allo stesso tempo, il progetto intende promuovere un dialogo costruttivo tra gli stakeholder (a livello locale, centrale ed internazionale) concorrendo a creare una visione condivisa sui temi di maggiore attualità per il successo delle Città metropolitane in Italia.«Grazie allo sforzo che Anci ha fatto, con la volontà di coinvolgere energie attive e positive, di professionisti nel campo della ricerca per la costituzione delle Città metropolitane, abbiamo la possibilità di valutare quelle che sono le buone pratiche per costruire al meglio la Città metropolitana- queste le dichiarazioni del Sindaco Falcomatà dopo l’incontro all’ANCI, ed ha proseguito- È vero che noi partiamo con un po’ di ritardo rispetto alle altre città, ma questo non è necessariamente un male, anzi possiamo fare un passo avanti rispetto alle problematiche che hanno incontrato le città che sono state pioniere della Città metropolitana e dall’altra parte possiamo prenderne spunto per portare avanti le buone pratiche per costituire al meglio la nostra Città metropolitana».Serve, una forte coesione tra i comuni che sono coinvolti nella costituenda Città, per questo motivo, secondo il primo cittadino Falcomatà, bisogna «Partire da un sentimento di identità non solo architettonico ed artistico, ma soprattutto dobbiamo costruire un’identità culturale. È necessario incontrare i cittadini, stare sul territorio per spiegare l’importanza e le opportunità che derivano dalla costituzione della Città metropolitana; infatti, non è solo un procedimento strettamente politico, burocratico, istituzionale, ma anche e soprattutto un processo di costruzione sociale. Perciò dobbiamo puntare al miglioramento di vita dei nostri concittadini, per essere in linea con i dettami della Comunità Europea: attività che migliorino la qualità della vita dei nostri concittadini. Questo ovviamente tenendo conto anche delle risorse economiche che dobbiamo avere a disposizione». Ed in un’ottica di Città metropolitana, il sindaco Falcomatà, pensa alla vicina Messina. A tal proposito, ha lanciato una proposta sul tavolo advisory board: «Siamo disposti a rendere Reggio Calabria una sorta di incubatore sperimentale di metodo della costruzione della Città metropolitana, attraverso la costruzione di un’area che veda coinvolta anche la città di Messina sotto il profilo della continuità dei collegamenti ma anche di una conurbazione concreta e reale».