Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Parco della Biodiversità, nelle prossime ore partirà la bonifica del laghetto

CATANZARO. Parco della Biodiversità, nelle prossime ore partirà la bonifica del laghetto
 

Continuano le azioni di tutela e valorizzazione del Parco della Biodiversità di Catanzaro, eccellenza della nostra provincia, patrimonio naturalistico e culturale dell’intera regione. Un bene collettivo che l’amministrazione provinciale di Catanzaro, guidata dal presidente Enzo Bruno, sta preservando con un programma di interventi finalizzato a potenziare la straordinaria struttura, favorendo anche la diffusione della cultura del rispetto e della legalità. Nelle prossime ore partirà la bonifica del laghetto, dopo la messa in sicurezza degli animali presenti. Gli operatori del Parco, affidato alla dirigente Rosetta Alberto, hanno già provveduto a ripulire lo specchio d’acqua da carte, residui di cibo e buste di plastica che mettono a repentaglio la vita degli animali. In occasione della bonifica si procederà alla revisione dell’impianto di depurazione e all’acquisto di una nuova pompa di sollevamento. Sempre nelle prossime ore partirà l’intervento di rifacimento dell’asfalto all’ingresso principale. Uno sforzo finanziario che l’amministrazione provinciale di Catanzaro ha determinato di assumere per mantenere elevato lo standard dei servizi dell’importante struttura ma che rischia di essere vanificato in assenza di un’adeguata attenzione da parte dell’utenza che può essere incrementata, ad esempio, evitando di dare da mangiare pane agli animali: gli esemplari che vivono nel laghetto si nutrono di alimentazione specifica che viene garantita dagli operatori. L’acqua sporca non solo danneggia l’habitat naturale degli animali, ma ne mette a repentaglio la vita: lo scorso anno il cigno nero è morto proprio a causa della mancata visibilità che ha impedito un intervento di pronto soccorso. Nel corso degli anni il Parco della Biodiversità è diventato un punto di riferimento culturale per i cittadini di tutta la Calabria e per il Sud Italia. Un luogo di ritrovo per gli amanti della natura e dello sport, un patrimonio che, assieme alle sculture di artisti internazionali che rappresentano un particolare museo all’aperto, e l’amministrazione provinciale guidata dal presidente Bruno sta cercando di preservare e valorizzare ulteriormente, nonostante i tagli ai trasferimenti erariali dal governo centrale alle Province, destinante al ridimensionamento economico e funzionale. Il Parco delle Biodiversità mantiene livelli di eccellenza, considerandone la cura e il potenziamento al centro delle priorità amministrative. Ma serve l’aiuto e il rispetto delle comunità che lo fruiscono: il Parco è di tutti.