Direttore: Aldo Varano    

S. ILARIO DELLO JONIO (RC). La scuola elementare vince il concorso nazionale "Cibo sano, cibo per tutti"

S. ILARIO DELLO JONIO (RC). La scuola elementare vince il concorso nazionale "Cibo sano, cibo per tutti"
 

    Sono gli alunni della quinta classe della scuola elementare di S. Ilario dello Ionio (RC) i vincitori del concorso nazionale “Cibo sano, cibo per tutti”, nella sezione Scuole Primarie.      I giovanissimi studenti hanno svolto attività di ricerca per acquisire informazioni ed elaborare idee, quindi hanno ideato un gioco linguistico e scritto poesie al fine di sensibilizzare sul tema della fame nel mondo. Hanno espresso così dolore per i troppi che muoiono di fame, chiedendosi perché in diversi Paesi non c’è cibo a sufficienza, mentre in altre parti le risorse alimentari abbondano al punto che si potrebbe sfamare il doppio della popolazione presente sul pianeta. Sono andati alla ricerca delle risposte su questa disuguaglianza ed hanno anche compreso l’importanza di un’alimentazione corretta ed equilibrata, che tuteli la salute e combatta lo spreco.     «Per fortuna esistono organizzazioni non lucrative di utilità sociale come la CESAR (oggi fondazione monsignor Cesare Mazzolari) che, fondata nel 2000, ha il fine di coordinamento di tutti gli enti impegnati a promuovere attività di cooperazione e sensibilizzazione a favore delle popolazioni del sud Sudan» hanno evidenziato gli alunni nel loro progetto.     «Siamo felici e orgogliosi del bellissimo successo ottenuto dai nostri ragazzi a questo importante concorso nazionale – dichiara il sindaco di S. Ilario Pasquale Brizzi –. Per questo voglio complimentarmi con gli alunni, i docenti e il dirigente scolastico. Il successo è frutto dell’ottimo lavoro svolto e di un particolare impegno su un tema di rilevanza assoluta. A tutti loro le nostre sincere felicitazioni»    Il lavoro, insieme a quello degli altri vincitori per le varie categorie (oltre alla scuola primaria, la secondaria di primo e quella di secondo grado) sarà presentato in una mostra all’interno del Padiglione Italia all’Expò di Milano, in collaborazione con il Miur e il Progetto Scuola Expò.