Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Al Parco della Biodiversità un'altalena per i bimbi diversamente abili

CATANZARO. Al Parco della Biodiversità un'altalena per i bimbi diversamente abili
 Un’altalena destinata ai bambini diversamente abili nel cuore del Parco della Biodiversità di Catanzaro. L’amministrazione provinciale, guidata dal presidente Enzo Bruno, ha già autorizzato l’installazione dell’altalena che sarà acquistata in seguito alla raccolta fondi finalizzata da parte del Comitato Unicef Catanzaro. L’iniziativa è in linea con il gruppo Unicef “Città amiche dei bambini e degli adolescenti”, i nove passi per le amministrazioni comunali per costruire città che siano a misura di bambino, dove vengano realizzati spazi appositi che favoriscano il gioco ed attività ricreative dei bambini e degli adolescenti. L’iniziativa è stata presentata questa mattina nella sala Giunta di Palazzo di Vetro alla presenza del presidente dell’Ente intermedio, Enzo Bruno, della presidente del comitato provinciale Anna Maria Fonti Iembo e di Nuria Vadalà del coordinamento YouUnicef, i sindaci di Sellia Maria e San Pietro a Maida, il consigliere provinciale Francesco Mauro e Pietro Putame. Il presidente dell’Unicef Fonti Iembo ha ringraziato il presidente Bruno per la sensibilità dimostrata nell’accogliere la richiesta di autorizzazione di installazione dell’altalena. “L’amministrazione provinciale ha accolto con grande entusiasmo questa proposta, così come si è dimostrata aperta ad accogliere le iniziative che abbiamo organizzato – ha detto la presidente dell’Unicef -. Il sostegno delle istituzioni è fondamentale per cambiare qualcosa a partire dalla nostra città, per tutti i bambini, specie per quelli speciali”. Il presidente Bruno ha parlato di “una iniziativa straordinaria che evidenzia l’importante coinvolgimento delle associazioni e del mondo del sociale per potenziare l’accoglienza e la fruizione dei servizi del Parco della Biodiversità, un patrimonio naturalistico e culturale dell’intera regione – ha detto ancora il presidente ricordando anche il contributo di sodalizi radicati sul territorio come ad esempio il WWF -. L’installazione dell’altalena nel Parco è un segno di sensibilità e di attenzione nei confronti della parte più debole della società, che resta una delle nostre priorità soprattutto nella disponibilità di accesso. La Provincia resta a vostra disposizione”. Un ringraziamento è stato rivolto anche alla dirigente del settore competente, Rosetta Alberto. Ad illustrare nei particolari il progetto del gruppo YouUnicef, che ha trovato il sostegno di numerose attività commerciali ed imprenditoriali di Catanzaro (tanto che l’installazione dell’altalena sarà realizzata gratuitamente da una ditta che si è messa a disposizione), Nuria Vadalà: “Abbiamo promosso una campagna dal titolo ‘Gioco anch’io, sì tu sì’, finalizzata alla raccolta fondi per l’acquisto dell’altalena. L’iniziativa risponde pienamente a quanto previsto dalla Convenzione internazionale sui diritti dei bambini e degli adolescenti del 1989 che, articolo 31, riconosce al bambino il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età”. Soprattutto in condizioni di eguaglianza e senza discriminazione alcuna: e iniziative di questo genere sono finalizzate proprio a questo nobile intento.