Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Presentata la fase finale del progetto "Keep calm" sulla sicurezza stradale

REGGIO. Presentata la fase finale del progetto "Keep calm" sulla sicurezza stradale
Il progetto sociale “Keep calm” per l’educazione alla sicurezza  stradale  concluderà  i percorsi didattico – formativi  degli studenti di tre scuole superiori di Reggio e della sua provincia. L’iniziativa, varata dall’Amministrazione provinciale con i fondi del “Piano nazionale sicurezza stradale”, vedrà come protagonisti  120 studenti e un gruppo di docenti  del Liceo Classico “Tommaso Campanella” e dell’Istituto Tecnico Economico “R.Piria” della Città dello Stretto, e del Liceo Scientifico Statale “M.Guerrisi” di Cittanova.
A fine mese i  tre istituti superiori  ospiteranno la fase finale di questo percorso formativo – informativo: il 28  maggio gli attori principali saranno i 53 studenti delle terze classi del “Michele Guerrisi” di Cittanova che  presenteranno gli elaborati del lavoro svolto sul tema “Le regole  della sicurezza stradale”; il 29 maggio, sarà la volta dei 45 alunni  del Liceo “Tommaso Campanella”, anche loro interessati al  tema delle “Regole della sicurezza stradale”; il 30 maggio, infine, gli obiettivi  focalizzeranno il protagonismo dei  22 studenti dell’ultimo anno dell’ITE “R. Pria”  i quali  affronteranno il tema “Sicuri al volante”.
Le finalità dell’iniziativa e i particolari  della fase  finale del progetto, riferite all’anno scolastico 2014 -2015, sono stati illustrati dal presidente della Provincia Giuseppe Raffa nel corso di un incontro pubblico al quale hanno preso parte la dirigente del Liceo “Michele Guerrisi”, Angela Maria Colella, e i docenti del “Campanella”, Maria Teresa Di Leo,  e del “Piria” Annunziata Giordano. Presenti, tra gli altri, la dirigente  del settore  “Viabilità e Trasporti della Provincia,  ing. Domenica Catalfamo, e il responsabile del progetto, ing. Giuseppe Amante; e una folta rappresentanza di studenti  .
“Vogliamo educare le giovani generazioni – ha detto Giuseppe Raffa nel corso del suo intervento –  ad acquisire la consapevolezza  di quanto sia importante l’osservanza delle norme   che stanno alla base della nostra civile convivenza. Da questo complesso di regole non vanno escluse quelle  preposte alla sicurezza stradale: della nostra come quella  degli altri. Tutti noi, come pedoni, automobilisti, ciclisti o motociclisti, giornalmente, corriamo grandi rischi: per questo la prudenza non è mai troppa e la responsabilità  deve  fare parte del nostro bagaglio umano e culturale.  Le cronache giornalistiche raccontano di vittime della strada: uomini, donne bambini falciati da automezzi guidati da persone che omettono di osservare le regole del Codice della strada. Anche la sicurezza stradale  fa parte della cultura e della civiltà di un popolo”.
Il progetto “Keep Calm”, attuato  con il coinvolgimento diretto dei docenti – referenti delle tre scuole, mira ad educare le nuove generazioni, a cominciare dai più piccoli, ad un’adeguata  percezione della strada  e alla conoscenza di tutte le sue componenti;  a promuovere la conoscenza delle principali norme del  Codice della strada;  a sensibilizzare gli studenti sui fattori di rischio che influenzano la sicurezza dell’utente della rete viaria; a far maturare negli studenti la consapevolezza  che il mancato rispetto delle regole e l’adozione di comportamenti scorretti possono ledere  il diritto alla propria e all’altrui sicurezza;  a divulgare i contenuti, le  finalità e i risultati del Piano nazionale di sicurezza stradale.