Direttore: Aldo Varano    

GALLICO (RC). Collaborazione tra pubblico e privato per un'offerta turistica sostenibile

GALLICO (RC). Collaborazione tra pubblico e privato per un'offerta turistica sostenibile

Collaborazione tra cittadini ed istituzioni per un'offerta turistica sostenibile. Gallico Mare 2015 è il progetto presentato da associazioni, imprenditori e cittadini per attrezzare, arredare, animare e manutenere gli spazi demaniali e pubblici per l'intero periodo estivo.L'intesa trovata a palazzo San Giorgio, il 20 aprile scorso, tra l'amministrazione comunale ed il comitato Gallico Mare 2015 riapre un percorso virtuoso, già inaugurato nel 2012, basato su una fattiva collaborazione tra i cittadini, sempre più consapevoli di un ruolo attivo, partecipe e responsabile nei confronti del territorio, e le istituzioni.All'incontro, durante il quale è stata esaminata la fattibilità del progetto e gli interventi da predisporre per l'avvio della stagione estiva hanno preso parte il sindaco, Giuseppe Falcomatà, gli assessori ai lavori pubblici ed all'ambiente, Angela Marcianò ed Antonino Zimbalatti, oltre che al consigliere delegato, Francesco Gangemi.La proposta progettuale prevede un intervento da parte di imprenditori, associazioni, gruppi di cittadini disponibili a fare la loro parte adottando l'arenile per rivitalizzarlo, nel rigoroso rispetto delle indicazioni contenute nelle norme tecniche del piano comunale spiaggia. Recuperare spazi comunali da destinare la parcheggio, curare gli spazi comunali da destinare al verde pubblico, animare la stagione estiva promuovendo manifestazioni culturali, artistiche, sportive, enogastronomiche e fieristiche. All'amministrazione comunale il compito di una sistemazione adeguata dell'arenile, con particolare attenzione al funzionamento della rete fognaria (scarichi a mare) ed una ordinaria manutenzione della sede stradale. E' sotto gli occhi di tutti la situazione di degrado in cui versa l'arenile gallicese, la crisi economica che si ripercuote sugli imprenditori locali, l'elevata domanda per la libera balneazione di tale tratto di costa. Gallico Mare 2015 trova il suo essere nel concetto di solidarietà si manifesta attraverso la partecipazione del cittadino alla vita civile della comunità.Il Comitato ha formalmente presentato una richiesta di adozione dell'arenile ed un progetto delle iniziative e delle tipologie di interventi da realizzare indicando anche un cronoprogramma in modo da integrare e coordinare l'intervento pubblico con quello sociale e privato. Allo scopo Il Comitato ha già predisposto, graficamente e con schede descrittive, un dettagliato piano che si fa carico di indicare la destinazione delle singole aree e le tipologie dei singoli interventi, nonché l'elenco delle attività di animazioni programmate. L'intesa trovata e la disponibilità manifestata a deliberare l'approvazione dell'iniziativa da parte dell'amministrazione comunale fa ben sperare circa la riuscita della stessa, atteso che entro metà giugno si proceda con l'avvio della stagione estiva, la conclusione dei lavori e l'apertura delle strutture.Nel corso dell'incontro è stata, inoltre, presentata la proposta grafica della variante al progetto di riqualificazione del lungomare di Gallico. A tal proposito è stato sollecitato anche il completamento del secondo appalto dei lavori di riqualificazione del tratto Papirus-Scaccioti che da oltre un anno sono sospesi a causa di una variante presentata al Genio Civile. Un'azione, questa, che ha visto l'inaugurazione di una progettazione partecipata, partita dal basso, in cui i cittadini ed i tecnici del territorio hanno collaborato per la definizione di una proposta con alla base una fruizione, innovativa e reale, vicina alle esigenze della comunità. Gli amministratori hanno assicurato il loro fattivo impegno al reperimento dei finanziamenti necessari a sostegno della variante principale, le cui opere non sono state completate a causa della rescissione del contratto con l'impresa appaltante