Direttore: Aldo Varano    

GERACE (RC). Domani 27 Giugno si cena con sapori del Medioevo

GERACE (RC). Domani 27 Giugno si cena con sapori del Medioevo
 

   

Sabato 27 giugno Gerace sarà punto di riscoperta delle tradizioni culinarie medievali. Infatti, dopo un periodo di studio delle varie cucine regionali di quel periodo storico, l’Associazione Culturale “La Leggenda del Leone”, nella propria taverna geracese, mette in scena un cena prettamente medievale.Il tutto ha inizio dall’idea di riproporre i sapori di quel determinato periodo storico partendo dalla riscoperta delle antiche ricette estensi. Da questo studio, approntato successivamente su antiche ricette medievali di altre zone d’Italia, come Umbria, Salento, Calabria, è nato un menù ricco e ricercato, basato sempre e comunque sulla bivalenza del “salato” e dell’“agrodolce”: il salato, tipico della cucina dei poveri (in quanto riuscivano a saziarsi prima); l’agrodolce appartenente a quella dei ricchi. Con queste caratteristiche, la Leggenda del Leone, offrirà ai propri commensali, circondati dalla luce del lume delle fiaccole per ricreare l’atmosfera giusta e l’ambientazione antica, un menù medievale variegato, che andrà dall’antipasto fino al dolce, con l’acqua e il vino serviti addirittura come un tempo.Il tutto è ben definito: scenari ricostruiti, musiche medievali come sottofondo, vestizioni con indumenti tipici da parte di chi servirà ai tavoli. Infine viene data la possibilità ai commensali, di prendere parte alla cena indossando gli antichi costumi medievali.

I posti riservati per questo evento unico nel suo genere, sono ovviamente limitati. Proprio per questo motivo, è necessario prenotare il proprio tavolo per tempo.Quindi Gerace è pronta ad essere catapultata, per una notte, nella vita dell’antica città medievale quale è stata, riscoprendo e facendo conoscere anche quei gusti e sapori ormai non più tipici e praticamente dimenticati.e Gerace avrà l’occasione di rivivere l’ambientazione di un tempo, lo si deve proprio alla Leggenda del Leone, che ha deciso di seguire questo percorso di storia e cultura, partendo proprio dall’aspetto culinario.