Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Di Lello annuncia interrogazione su scarcerazione di Paolo Rosario De Stefano dal 41 bis per meriti universitari

REGGIO. Di Lello annuncia interrogazione su scarcerazione di Paolo Rosario De Stefano dal 41 bis per meriti universitari
"Dopo 4 anni di latitanza e 6 di carcere Paolo Rosario De Stefano, leader dell'omonimo clan 'ndranghetista di Reggio Calabria viene oggi scarcerato grazie allo sconto della pena di 2 anni per meriti universitari. Condannato per associazione mafiosa e in regime di 41-bis, si e' iscritto alla Facolta' di Giurisprudenza ottenendo risultati talmente brillanti da consentirne la scarcerazione con ben 2 anni di anticipo". Cosi' Marco Di Lello, segretario della commissione bicamerale antimafia annuncia in una nota l'interrogazione al Ministro della Giustizia Orlando, anche a seguito della denuncia del massmediologo Klaus Davi. "Se da un lato e' vero che la pena detentiva ha lo scopo di rieducare il detenuto, non puo' non sorprendere il giudizio prognostico dopo una manciata d 'anni per un uomo come De Stefano che prima del suo arresto era considerato uno dei 30 latitanti piu' pericolosi in circolazione. Anche considerando che, come disciplina l'art. 41-bis, il mero decorso del tempo non costituisce di per se elemento sufficiente per escludere la capacita' di mantenere collegamenti con l'associazione mafiosa. E' giusto chiedersi- conclude Di Lello - se dei buoni voti all'universita' possano essere sufficienti per consentire ad un mafioso di tornare in liberta' nella completa salvaguardia dell'incolumita' dei cittadini".