Direttore: Aldo Varano    

BATTAGLIA (PD): "la sanità calabrese paga l'assenza di "primari" negli ospedali"

BATTAGLIA (PD): "la sanità calabrese paga l'assenza di "primari" negli ospedali"
 

  

La sanità Regionale deve riacquistare la fiducia dei cittadini Calabresi . Una parte importante dell’emigrazione sanitaria dipende anche da una sensazione diffusa di assenza di credibilità degli operatori sanitari . Quasi sempre, il cittadino di fronte a un problema complesso , pone la speranza di soluzione in un centro lontano dal territorio , convinto di trovare li quelle professionalità adeguate ai bisogni che non ritiene presente da noi . Spesso le sensazioni e le convinzioni non rispondono alla realtà ma comunque muovono le decisioni della gente.

 

La buona sanità, oltre che strutture e attrezzature , necessita di medici con grandissima qualità professionale ed anche umana sui quali riversare fiducia illimitata dovendo affidare ad essi la tutela fisica della propria persona. La faccia della sanità , in calabria ed in Italia è rappresentata in primo luogo dai primari che dirigono ed organizzano i reparti degli ospedali ,programmando, razionalizzando ,valorizzando e amalgamando tutto il personale della struttura

 

Non può quindi la sanità regionale , stabilire un rapporto stretto e sinergico con i cittadini se negli ospedali calabresi mancano decine e decine di “ primari “, con reparti affidati ai facenti funzioni , mediante incarichi che dovrebbero essere provvisori e invece spesso diventano permanenti , in un groviglio di procedure che producono lacerazioni e disfunzioni anche operative e sovente creano lotte intestine, all’interno della classe medica del reparto, dove nessuno riconosce competenza ed autorevolezza all’altro. Lotte che si combattono con lettere anonime , con la ricerca di sponsor politici , con pettegolezzi e maldicenze di cui vengono investiti i pazienti e/o potenziali pazienti che nel momento del bisogno non si infilano in reparti, dove   regna una situazione di questo tipo preferendo scegliere altro anche per prestazioni di media e bassa qualità . Io credo che un problema c’è ed è sbagliato non porselo . Con questo non voglio né generalizzare né voglio dire che il problema è solo questo , anzi. Però ritengo indifferibile , se si vuole costruire un progetto di sanità credibile e forte affrontare subito, e ponendola tra le priorità , la necessità di dotare le strutture sanitarie di figure apicali di grande professionalità e capacità aiutandoli e supportandoli sul piano amministrativo nelle esigenze quotidiane . Credo che il Commissario Scura dovrebbe assumere questo problema e risolverlo , facendo così fare grandi passi avanti alla sanità Calabrese   .

 

                                                                                               Demetrio Battaglia

 

                                                                                                Deputato PD