Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. "S-cateniamoci, idee di futuro" conclude gli incontri con il concerto di Domenico Bucarelli

REGGIO. "S-cateniamoci, idee di futuro" conclude gli incontri con il concerto di Domenico Bucarelli
 

Conclude la serie di incontri "S-Cateniamoci, idee di futuro", il concerto di Domenico Bucarelli, che avrebbe dovuto svolgersi come evento di ouverture, ma che il maltempo di un mese fa ha impedito che si svolgesse. Domenico, che si è ritagliato un posto di rispetto nella nostra realtà culturale, è un giovane cantautore reggino, che ha cominciato da qualche anno a dedicarsi con attenzione e maturità alla composizione musicale conferendo una precisa connotazione di denuncia, sia pure in chiave ironica e irriverente. L'album "Io Parlo", pubblicato il 13 aprile di quest'anno, ha trovato la sua genesi proprio l'estate scorsa, quando nel quadro degli incontri estivi nel cortile degli Ottimati, Domenico si è esibito davanti ad un pubblico sempre attento e sempre desideroso di fare esperienza non solo di tipo estetico, ma di tipo etico, alla ricerca cioè di messaggi profondi di impegno civile. Le sue canzoni parlano del suo personale modo di vedere l'uomo, le sue sfaccettature e la realtà che ci circonda; nel suo repertorio ai brani di carattere più introspettivo si alternano testi che raccontano la fragilità dell'essere umano. La bellezza di testi come "La mia città" si inseriscono in modo appropriato rispetto al senso degli incontri che abbiamo fin qui proposto, perché vengono descritti tutti quegli atteggiamenti di arroganza, di omertà, di furbizia e di ingiustizia che, come ci è stato ricordato in questi giovedì, generano quel sistema di potere che va assolutamente combattuto se vogliamo agire il cambiamento culturale nella nostra realtà, schierandoci in modo netto e senza alcuno sconto. Nel repertorio di Domenico annoveriamo canzoni come "Michele" e "Il sangue degli illusi" che parlano di esperienze dirette di violenza subita a causa del potere della 'ndrangheta: la rabbia e il dolore che ne deriva, sono, però, fusi dentro un messaggio di speranza, di impegno, di forza che ricordano chi non si è piegato e non si piega davanti a qualsiasi intimidazione di stampo criminale. Prima del concerto, aprirà la serata la visione del video ideato e realizzato da Maurizio Albanese all'interno di un progetto svolto con una classe di una scuola elementare della nostra città che contiene come base musicale un brano rap scritto per Reggionontace. Vi aspettiamo numerosi nel cortile dietro la Chiesa degli Ottimati, ingresso Via Cimino 4, sempre a cominciare dalle ore 21.00 giovedì 8 Ottobre 2015.