Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Riprende la seconda annualità del progetto "Community care"

CATANZARO. Riprende la seconda annualità del progetto "Community care"
Riprende la seconda annualità del progetto "Community care”, “Gesto Solidale” gestito dalla Casa di accoglienza denominata "L'Aliante" della Fondazione Città Solidale onlus. Quest’anno il progetto ha incontrato numerose collaborazioni ed adesioni in tutto il Capoluogo di Regione e nei paesi limitrofi. Una politica quella del Community Care che offre la possibilità di valorizzare tutte quelle “risorse” presenti, un territorio locale cittadino che diviene così protagonista attivo di “Cura” della società e del disagio. Nell’ottica di cittadinanza attiva e di corresponsabilità viene realizzata un azione di empowerment sociale che, come ben delineato da Iscoe nel 1974, realizza una comunità competente in cui i cittadini hanno: “le competenze, la motivazione e le risorse per intraprendere attività volte al miglioramento della qualità della vita della comunità”. Per la realizzazione degli obiettivi primari, quali il raggiungimento dell’autonomia e il reinserimento sociale degli ospiti, la Casa di accoglienza l' Aliante è orientata ad utilizzare le risorse che il territorio può offrire, tutto questo, appunto, nell’ottica della teoria della Community Care. Il progetto di “Community Care” tende concretamente ad utilizzare non solo l’opportunità di un uscita piacevole al di fuori della struttura come risorsa con risvolti riabilitativi importanti, ma anche la gentile concessione di altri esercenti di beni di prima necessità. Una solidarietà che comunque sarà pubblicizzata in varie forme per dare il giusto peso a gesti che si concretizzano nella quotidianità. Attualmente tra le varie attività commerciali che hanno dimostrato vicinanza alla comunità d’accoglienza “L’Aliante” con un gesto solidale non possiamo non ringraziare: la Vecchia Castagnuccia  di Pentone, il MallardPub di Catanzaro, il McDonald’s del Centro Commerciale “Le aquile”, la pasticceria De Santis  di Catanzaro e il panificio “Muleo” di Catanzaro, che con grande spirito di solidarietà hanno manifestato attenzione verso i nostri ospiti. Insomma ci sono tutti i pressupposti per la creazione di una rete sempre più ampia e solidale che possa vedere tante attività commerciali, attraverso un percorso partecipativo, offrire piccoli “gesti solidali” alla comunità “l’Aliante