Direttore: Aldo Varano    

CONDIPODERO (Coni) “Presto un piano per la riqualificazione degli impianti sportivi”

CONDIPODERO (Coni) “Presto un piano per la riqualificazione degli impianti sportivi”

ReP

“Esiste un accordo con gli enti territoriali delle cinque province calabresi per individuare un cronoprogramma di interventi, con l’obiettivo di mettere a norma quasi tutti gli impianti esistenti sul territorio”. Lo ha detto il Presidente regionale del Coni Maurizio Condipodero durante la prima lezione del “Corso per allenatori di giovani calciatori – Uefa Grassroots C Licence”, organizzato a Reggio Calabria dalla Figc. “La nostra intenzione – ha aggiunto Condipodero – è quella di avviare una nuova epoca. Dal punto di vista dell’impiantistica sportiva la Calabria è considerata la ‘Cenerentola d’Italia’, per cui occorre risalire la china nel più breve tempo possibile. Questo territorio è stato storicamente penalizzato rispetto ad altre realtà italiane per la carenza di fondi dedicati al settore. Eppure, nelle cinque province, sono centinaia gli impianti sportivi incompleti o fuori norma, che le società riescono ad utilizzare solo con enormi sforzi, accollandosi puntualmente gli oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria. Perciò – ha proseguito Condipodero – la nostra priorità è quella di dialogare con le istituzioni e programmare interventi che consentano di rendere sicure le strutture e rendano ulteriore dignità alle migliaia di persone che gravitano in questo mondo. Lo sport ha un valore sociale elevatissimo ed è fondamentale nei processi formativi dei giovani – ha concluso il Presidente del Coni Calabria Condipodero – ma se vogliamo rafforzare i principi di legalità è impensabile che essi debbano praticare le proprie attività all’interno di impianti inagibili”. Il Presidente regionale del Coni, inoltre, ha evidenziato le attuali difficoltà dell’Asd Reggio Calabria. “Purtroppo si tratta di una situazione molto grave – ha dichiarato – perché è la squadra di calcio che rappresenta la città dello Stretto e non può continuare ad allenarsi ai bordi dello stadio Granillo in assenza di un altro campo di gioco da utilizzare. Confido nell’impegno dell’amministrazione comunale per la ricerca di una soluzione adeguata ad una realtà che merita di raggiungere risultati importanti ”.