Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Dal 12 al 14 Novembre apertura straordinaria per le scuole del Museo diocesano

REGGIO. Dal 12 al 14 Novembre apertura straordinaria per le scuole del Museo diocesano
 

Dal 12 al 14 novembre 2015, in occasione della messa in scena a Reggio Calabria dell’Opera Colossal I Promessi Sposi, il Museo diocesano (www.museodiocesanoreggiocalabria.it) offre un’opportunità di visita alle numerose Scuole che da Calabria e Sicilia affluiranno in città per assistere allo spettacolo.

 

Su prenotazione saranno garantite aperture straordinarie pomeridiane per Scuole e gruppi che ne faranno richiesta, riservando loro, eccezionalmente, il Biglietto d’ingresso ridotto e la visita guidata alle collezioni gratuita.

 

Inaugurato nel 2010, il Museo diocesano di Reggio Calabria, occupa il pianterreno del Palazzo arcivescovile costruito alla fine del Settecento accanto alla Cattedrale di Maria SS.ma Assunta, ed espone una collezione d'arte sacra (dipinti, sculture, argenti, tessuti) databile tra XV e XX secolo.

 

Tra le opere più significative sono: la Resurrezione di Lazzaro opera del pittore napoletano Francesco De Mura, allievo di Francesco Solimena (terzo decennio del Settecento); l’Ostensorio raggiato disegnato dal polistenese Francesco Jerace nel 1928; il settecentesco Reliquiario a braccio di San Giovanni Theriste, le cui reliquie Apollinare Agresta, abate del monastero italo-greco di Stilo, donò a monsignor Marcantonio Contestabile, vescovo di Bova; il Pastorale di mons. Antonio de Ricci, arcivescovo di Reggio dal 1453 al 1490, opera in argento e smalti di scuola napoletana; un Crocifisso in avorio attribuito all’ambito di Alessandro Algardi e donato alla Cattedrale di reggio dall’arcivescovo Alessandro Tommasini (1818–1826); pregevoli manufatti tessili databili a partire dal Cinquecento e, tra essi, un parato nobile in broccato di seta, opera di manifattura lionese (secondo quarto sec. XVIII).

 

Al Museo diocesano al pomeriggio si accede da via Cimino, 24 (alle spalle della Cattedrale, a 100 metri dal Castello aragonese).

 

Info e prenotazioni al n° 3387554386.