Direttore: Aldo Varano    

IRTO sulla chiusura del centro Ace a Pellaro

IRTO sulla chiusura del centro Ace a Pellaro
ReP
"L'esperienza del centro Ace di Pellaro è una delle espressioni più autentiche dei principi e valori solidaristici cui si informa il nostro ordinamento democratico. L'ambulatorio reggino, che soltanto quest'anno ha effettuato oltre 30mila visite, è stato fino a oggi un punto di riferimento per quanti, altrimenti, non avrebbero avuto la possibilità di usufruire di visite mediche specialistiche. Occorre perciò lavorare seriamente, a fari spenti e con tempestività, per garantire un futuro al centro dell'Associazione calabrese di epatologia". Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, che ricorda: "Nei mesi scorsi ebbi modo di incontrare il direttore dell'ambulatorio, Lino Caserta, che mi rappresentò con entusiasmo il lavoro svolto da questa struttura a favore della collettività con pieno spirito solidaristico, grazie alla generosità di un gruppo di professionisti che hanno anteposto la tutela della salute alla logica del profitto. Riteniamo – aggiunge Irto – che sia compito delle istituzioni, innanzitutto, dare risposte alle esigenze dei cittadini: di fronte al rischio concreto di perdere questa struttura, nessuno di noi, se impegnato in politica, può autoassolversi o deresponsabilizzarsi. Né possiamo trincerarci dietro il paravento della burocrazia, perché i cittadini non votano per i burocrati, ma scelgono i loro rappresentanti politici al fine di orientare, nel rispetto della legge, l'azione della pubblica amministrazione". Il presidente del Consiglio regionale esprime infine l'auspicio che "il presidente Oliverio, di cui conosciamo la sensibilità su questo tema e che sappiamo già impegnato per la possibile soluzione del problema, fornisca il proprio risolutivo intervento per rimuovere gli ostacoli che, portando alla chiusura del centro Ace, violano il diritto costituzionale alla salute per tantissimi cittadini che a Pellaro hanno conosciuto un pezzo di Calabria fondato su giustizia sociale ed equità". ​