Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. CALABRIA D'AUTORE: Oggi Antonio Restuccia presenta il libro “TRASPORTISTA PER CASO”

REGGIO. CALABRIA D'AUTORE: Oggi Antonio Restuccia presenta il libro “TRASPORTISTA PER CASO”
 

Oggi Domenica 27 dicembre, alle ore 18:00, presso stazione FS di Santa Caterina, nell'ambito della rassegna Calabria d'Autore, verrà presentato il libro “TRASPORTISTA PER CASO. Riflessioni semiserie da Reggio Calabria” di Antonio Restuccia (Disoblio Edizioni). Introduce Marco Mauro, presentano Daniela Mazzeo e Antonio Calabrò con Saso Bellantone (Editore). Regia a cura di Marco Strati. Musiche scelte da Antonio Calabrò. TRASPORTISTA PER CASO affronta alcune delle attuali problematiche legate al servizio dei trasporti della città di Reggio Calabria, i disagi causati e le cattive abitudini degli utenti, tra le quali l'attitudine alla velocità, l'uso del cellulare alla guida, il trasporto lungo la statale 106, la strumentalizzazione dell'aeroporto dello Stretto, lo scarso uso dei mezzi pubblici, l'assenza di una mappa dei trasporti pubblici, la scarsa segnaletica stradale, il problema della spazzatura e altri ancora. Riflettendo con gusto e in chiave ironica su tali questioni, l'autore propone delle soluzioni semplici ed efficaci per migliorare il sistema dei trasporti pubblici e il suo utilizzo.

ANTONIO RESTUCCIA è laureato in Ingegneria Civile presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, dove ha conseguito la specializzazione in Trasporti. Nominato “cultore della materia” presso il medesimo Ateneo, per il quale ha svolto attività di ricerca, didattica e convegni, è co-autore di pubblicazioni scientifiche sui temi della mobilità sostenibile e del trasporto pubblico, incluso il primo libro italiano sugli Autobus ad Elevato Livello di Servizio o BHLS (Franco Angeli, 2014). Dopo essersi occupato di mobilità regionale per una società milanese, dal 2012 collabora con il giornale on-line Zoomsud, curando una rubrica in chiave ironica riguardante il sistema dei trasporti reggino. Attualmente abita e lavora a Woking, città dove H. G. Wells ha fatto sbarcare i marziani nella sua “Guerra dei Mondi”, della quale afferma: “È una città di piena di italiani dove il “buongiorno” si sente dal mattino, salutando lungo strada i miei conazionali. E così non mi sento un alieno”. Trasportista per caso è la sua prima opera “non scientifica”.