Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Quattrone: "emesso bando di gara da 16,4 milioni per il parcheggio del Palazzo di Giustizia"

REGGIO. Quattrone: "emesso bando di gara da 16,4 milioni per il parcheggio del Palazzo di Giustizia"
 

«Procediamo con l’appalto delle opere del finanziamento CIPE fermo dal 2009. Nel quadro del progetto del sistema dei trasporti metropolitano, l’Amministrazione Falcomatà continua sulla strada del Macrointervento Mobilità sostenibile - annuncia l’Assessore ai Trasporti del Comune di Reggio Calabria Agata Quattrone - il Comune ha infatti pubblicato nei giorni scorsi il bando del secondo sub-intervento per la realizzazione delle Parcheggio del Palazzo di Giustizia». L’Assessore traccia il quadro: «L’Amministrazione Falcomatà ha riprogrammato il Macrointervento originariamente finanziato (con 124 ml€) dalla Regione nel 2009 e che le amministrazioni comunali da allora succedutesi, pur avendo incamerato dalla Regione le somme in anticipazione, circa 5,2 ml€ solo per il parcheggio, accumulando gravissimi ritardi, non sono state in grado di realizzare. Il nucleo di Valutazione Regionale ha rilevato mancanza di un quadro pianificatorio delineato e carenze progettuali. Risultato: nessuno dei 13 sub-interventi programmati è stato mandato a realizzazione, ciò ha comportato il definanziamento di circa i tre quarti dell’originario stanziamento (circa 92 milioni di euro). Su impulso del Sindaco Falcomatà l’Amministrazione ha prodotto in 12 mesi molto più di quello che era stato fatto nei precedenti 6 anni, mandando a gara progetti per 22 milioni di euro».  «Abbiamo riportato il Macrointervento al suo obiettivo originario, ossia la realizzazione della Metropolitana di Reggio Calabria – continua l’Assessore – lo abbiamo ampliato anche in ottica della Città Metropolitana in un progetto integrato e di sistema, che ha trovato il consenso e il sostegno della Regione e del Governo e che porterà un finanziamento pari quasi al doppio del valore dello stanziamento originario. L’Amministrazione ha quindi individuato fra i sub-interventi iniziali previsti quelli coerenti con questo nuovo quadro e complementari ad esso. Dopo l’avvio del Macrointervento con il bando delle Bretelle del Sant’Agata, si procede adesso con l’emissione del secondo bando per la realizzazione del Parcheggio del Palazzo di Giustizia. L’Amministrazione Falcomatà da quando si è insediata – continua l’Assessore – ha fatto uno sforzo enorme per ricostruire i contorti trascorsi e le criticità, per recuperare il tempo infruttuosamente perduto, riavviando la programmazione strategica per il settore trasporti e ridelineando il quadro del Macrointervento nell’ottica della nuova visione che questa Amministrazione ha del sistema di mobilità».    «Consolidato il quadro dei progetti coerenti con il sistema di mobilità metropolitano desiderato, abbiamo emesso il bando per l’affidamento dei lavori del secondo dei sei sub-interventi previsti - si esprime così l’Assessore alla Mobilità del Comune - un investimento da 16,4 Milioni di euro per un intervento fondamentale sulla mobilità urbana. La realizzazione dell’intervento consentirà di incrementare l’offerta di sosta in aree in cui la domanda è molto elevata per la presenza di forti poli attrattori quali il Nuovo Palazzo di Giustizia, Edifici giudiziari e pubblici, il Ce.Dir».L’intervento consiste nella realizzazione di un parcheggio su un’area della superficie di circa 9.200 mq posta a margine del Centro Direzionale e del Nuovo Palazzo di Giustizia. Il progetto prevede la realizzazione di tre distinti corpi di fabbrica strutturali: due corpi laterali che costituiscono le due autorimesse; uno centrale dove sono contenute le opere di collegamento verticale comuni alle due sopracitate autorimesse. L’autorimessa avrà capacità complessiva di 840 posti auto, distribuiti su quattro livelli complessivamente, due dei quali interrati rispetto alla viabilità. Il bando prevede quale elemento migliorativo anche l’implementazione di sistemi intelligenti di trasporto per: la gestione automatizzata del sistema degli accessi all’area di parcamento; il monitoraggio e la segnalazione dell’occupazione degli stalli; il sistema di pagamento; la segnalazione luminosa di indirizzo e di avviso, inclusa la segnalazione semaforica; nonché sistemi remoti in wireless di comunicazione all’utenza del numero di posti auto non occupati da installare in corrispondenza degli svincoli autostradali e dei principali nodi della rete stradale.«Stiamo lavorando senza sosta – conclude l’Assessore – per portare a compimento il Macrointervento che finora inspiegabilmente non aveva visto la luce e che prevede nell’attuale rimodulazione oltre alle Bretelle del Sant’Agata e al Parcheggio del Palazzo di Giustizia, anche la realizzazione del Ponte Torrente Calopinace; la razionalizzazione e l’efficientamento del servizio di TPL su gomma con l’adeguamento del parco veicolare ecosostenibile; lo Studio di Fattibilità della Metropolitana di Reggio Calabria per cui l’Amministrazione ha siglato di recente l’accordo che porterà al completamento della sua redazione prima dell’estate. Proseguiamo sulla strada per la realizzazione di un sistema di mobilità sostenibile, accessibile, inclusivo e a misura di cittadino».