Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Gangemi: «accordo raggiunto con Sogas, pronti a versare le nostre quote per il rilancio dell’aeroporto»

REGGIO. Gangemi: «accordo raggiunto con Sogas, pronti a versare le nostre quote per il rilancio dell’aeroporto»
ReP

  

«Abbiamo raggiunto l’accordo con Sogas per il versamento della quota parte del Comune per il ripiano delle perdite deliberato dall’aula consiliare lo scorso mese di dicembre. Abbiamo verificato il complesso dei debiti dovuti da Sogas al Comune e adesso possiamo procedere con l’erogazione delle somme». È quanto annuncia il Consigliere comunale delegato alle Società partecipate Francesco Gangemi, commentando l’esito dell’incontro con i vertici della Società di Gestione dell’Aeroporto dello Stretto, al quale hanno preso parte anche i rappresentanti di Reges, per la parte relativa ai debiti dovuti dalla Sogas al Comune. «Ringrazio il Sindaco Falcomatà - ha aggiunto Gangemi - per l’impulso decisivo che ha dato affinché si giungesse ad una soluzione rapida e costruttiva per tutti. L’incontro è stato molto proficuo e ci consente di dare un segnale positivo, concreto ed importante nei confronti dell’Aeroporto dello Stretto, che rappresenta un’infrastruttura strategica per i programmi di sviluppo delineati dal primo Cittadino e dall’intera Amministrazione». «Adesso guardiamo con fiducia ai prossimi appuntamenti che attendono la Sogas, in particolare all’interlocuzione con Enac, decisiva per costruire le basi di rilancio dello scalo, anche nell’ottica della salvaguardia dei livelli occupazionali. Quel che è certo è che il Comune non ha mai fatto mancare la sua attenzione nei confronti dell’Aeroporto, che rimane la principale porta di accesso della nostra città in ottica turistica e di relazioni commerciali con il resto del Paese». «Gli obiettivi ambiziosi che ci siamo prefissati - ha concluso Gangemi - soprattutto sotto il profilo del rilancio dell’offerta turistica, passano necessariamente attraverso il consolidamento dello scalo aeroportuale. E su questa base stiamo lavorando, di concerto con gli altri soci e con il management Sogas, per fare in modo che il Tito Minniti possa tornare presto a volare»