Direttore: Aldo Varano    

CATANZARO. Celebrato il Congresso Regionale dell'AICCRE

CATANZARO. Celebrato il Congresso Regionale dell'AICCRE



 L’Associazione Italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa (AICCRE) della Calabria ha rinnovato,
nei giorni scorsi, gli organi direttivi nel corso del congresso regionale che si è svolto nella sede della Provincia di Catanzaro. L’AICCRE è l'associazione nazionale dei soggetti istituzionali territoriali costituenti il sistema dei poteri regionali e locali (Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni) e degli altri soggetti
in cui il sistema si organizza (Municipi, Circoscrizioni di decentramento comunale, Comunità montane, Comunità isolane, Unioni di Comuni), attraverso la quale detti soggetti operano in modo unitario per la costruzione di una Unione europea su basi federali, fondata sul riconoscimento, il rafforzamento e la valorizzazione delle autonomie regionali e locali. Il consigliere provinciale Emilio Verrengia - vice presidente del
Congresso dei Poteri Locali a Strasburgo – è stato riconfermato  presidente, mentre il sindaco di Taverna Sebastiano Tarantino è stato eletto segretario; vice presidente: Basilio Ferrari, sindaco di Paola,
Giuseppe Varacalli sindaco di Gerace e Nicolino Lagamba ex assessore comune di Vibo Valentia. Al congresso regionale ha portato il proprio saluto anche il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, che
assieme al direttivo e al presidente riconfermato Verrengia ha donato
una targa ricordo ad un autorevole esponente dell’AICCRE, il già sindaco di Squillace, Guido Rhodio. Per il perseguimento delle proprie finalità,  l’AICCRE può costituire, partecipare o contribuire ad
associazioni,fondazioni, istituzioni, enti o società, statutariamente
caratterizzate per la valenza federale ed europea degli obiettivi che vogliono conseguire: la Provincia di Catanzaro, ha ribadito il presidente Bruno, ha deciso di rinnovare la propria adesione
all’associazione che elabora proposte e sviluppa iniziative perché i
poteri regionali e locali, in maniera unitaria, possano concorrere,
nell'ambito di adeguati organi istituzionali della Unione Europea e del Consiglio d'Europa, alle scelte ed alla formulazione di conseguenti politiche per il rafforzamento e la valorizzazione delle autonomie
regionali e locali. Prima della disamina del documento congressuale sul tema “Europa Al Bivio: Enti locali e regionali per il federalismo europeo, costruire la democrazia europea dalle comunità locali agli Stati Uniti d’Europa”, il saluto del presidente della Provincia che si è voluto soffermare sulla trasformazione dell’Ente intermedio in Area vasta, in seguito all’attuazione della riforma Delrio, ed in particolare la possibilità che questa evoluzione favorisca l’attuazione di un nuovo regionalismo. “Questa trasformazione deve diventare un’opportunità per 'liberare' le Province dal gravame di farraginosità burocratiche e deleghe incompiute per disegnare un organismo snello e operativo che si occupi di garantire servizi di alta qualità alle nostre comunità. Un Ente da realizzare con l’importante contributo dei sindaci e degli amministratori locali che si renderanno protagonisti di disegnare insieme alla Provincia la legge regionale che darà funzionalità alla nuova Area Vasta. In questo modo – ha concluso – daremo corpo al nuovo regionalismo, con le Aree vaste che saranno Enti di gestione e le Regioni di programmazione, legiferazione e controllo come stabilito
dalla Costituzione”. Il consiglio direttivo sarà composto da: Marziale Battaglia, vice presidente Provincia di Catanzaro; Francesco Mauro, sindaco di Sellia Marina; Massimo Chiarella, sindaco di Gimigliano; Pietro Fazio Pietro, sindaco di Feroleto Antico; Guido Rhodio, dirigente Nazionale AICCRE; Francesco Bisogno, capo di gabinetto Provincia di Cosenza; Sonia Munizzi (responsabile pari opportunità). Il Collegio dei Revisori sarà composto da: Pasquale Pignataro (presidenye); Berenice Brutto (componente).  Eletti anche i delegati al Congresso Nazionale del 17 e 18 marzo 2016 a
Pescara: Emilio Verrengia, Francesco Bisogno, Pietro Fazio Pietro oltre
ai soci titolari.
Il Consiglio Direttivo si riunirà dopo il Congresso Nazionale per
approvare il programma delle iniziative sociali per l'anno 2016
allargando la partecipazione di altri comuni che hanno richiesto di
voler aderire nuovamente all'AICCRE.