Direttore: Aldo Varano    

TRIVELLE: D'Attorre (Sinistra Italiana): "da Oliverio ci attendiamo parole chiare"

TRIVELLE: D'Attorre (Sinistra Italiana): "da Oliverio ci attendiamo parole chiare"
 "Crediamo che il referendum sulle trivelle sia l'occasione giusta affinche' la Calabria onesta e democratica mandi un segnale forte e chiaro al governo nazionale". Lo ha detto il deputato di Sinistra Italiana Alfredo D'Attorre incontrando i giornalisti, a Lamezia Terme, assieme a Marco Furfaro, componente dell'Esecutivo nazionale del partito, per lanciare la mobilitazione in vista del referendum contro le trivelle del 17 aprile e avviare il percorso costituente del partito a livello regionale. "Il Consiglio regionale della Calabria - ha aggiunto D'Attorre - e' stato tra quelli che hanno promosso il referendum anti-trivelle, che qui riveste particolare importanza perche' in Calabria la risorsa mare e' la piu' preziosa per una moderna strategia di sviluppo. Ci aspettiamo che anche il presidente della Regione Oliverio dica parole chiare e sia coerente con gli impegni assunti dal Consiglio regionale. Sinistra Italiana sara' impegnata con grande determinazione in questa battaglia: nelle prossime settimane metteremo in campo proposte concrete sulla sanita', l'ambiente, il lavoro e il trasporto pubblico locale. Siamo convinti che una buona parte dell'opinione pubblica calabrese guardera' con attenzione al progetto politico di Sinistra Italiana, tanto piu' di fronte al rischio che l'esperienza di governo regionale diventi sempre piu' subalterna al Governo nazionale e condizionata dal rapporto con settori del centrodestra calabrese". "E' paradossale che Renzi - ha detto Furfaro - definisca inutile un referendum richiesto da 10 Consigli regionali di cui sette sono a maggioranza Pd. A dispetto dei tentativi di boicottaggio, bisogna far sapere ai cittadini che se vince il No l'Italia rischiera' di essere oggetto di una procedura di infrazione da parte dell'Ue. Questo settore, poi, e' caratterizzato da un'alta intensita' di capitali ma offre pochissimi posti di lavoro. Le energie rinnovabili creano moltissimi posti di lavoro in piu'". "Sinistra Italiana - ha sostenuto ancora D'Attorre in relazione alla fase costituente - vuole legare il processo di costruzione del partito alle battaglie concrete. In Calabria piu' che altrove c'e' uno spazio molto ampio che la politica tradizionale, quella del Pd in particolare, non riesce piu' a coprire. In Calabria piu' che altrove si manifesta l'assoluta assenza di una politica per il Mezzogiorno. Qui periodicamente Renzi viene a fare passerelle che, di volta in volta, diventano sempre piu' sconcertanti, annunci a cui non seguono fatti concreti ne' interventi adeguati alle emergenze della regione. Il caso piu' eclatante e' nella sanita': il governo continua a dare copertura a un commissario che dice esplicitamente di rispondere solo a Lotti e che sta facendo scelte nel disprezzo piu' totale delle istituzioni democratiche e delle comunita' locali della Calabria".