Direttore: Aldo Varano    

COSENZA. Elezioni, il Pse a presta: solo chi non conosce le cose può dire che non serve un nuovo ospedale

COSENZA. Elezioni, il Pse a presta: solo chi non conosce le cose può dire che non serve un nuovo ospedale

Solo chi non è di Cosenza e non conosce i problemi e le condizioni della sanità cosentina può prendersi il lusso di dire che un nuovo ospedale non è necessario e che va bene quello che c’è. Evidentemente il candidato del PD non ha mai avuto occasione di confrontarsi con le criticità e i problemi di un ospedale che è stato costruito nel lontanissimo 1939 e che, negli ultimi decenni, è stato vittima di un processo di lento ma incessante degrado e impoverimento.

Probabilmente Presta parla così perché ha la possibilità di andare a curarsi altrove (noi gli auguriamo di non averne mai bisogno) e non si è mai posto il problema di verificare le condizioni strutturali, organizzative e tecniche dell’ospedale dell’Annunziata. Se lo avesse fatto si sarebbe accorto della situazione di grave emergenza e del rischio dell’implosione dell’ospedale civile di Cosenza per una drammatica mancanza di personale che rende difficile se non impossibile assistere al meglio i pazienti.

Tutto questo accade in un ospedale hub che, ormai, ha di fatto perso questa funzione. Ci faccia una visita, il candidato del PD, si renderà conto di una situazione estremamente difficile aggravata dall’inerzia di questi anni e da scelte aziendali e politiche sbagliate che hanno messo definitivamente in ginocchio la nostra sanità.

L’unica strada percorribile in questa situazione è quella di realizzare un ospedale ex novo, come sostenuto da noi e opportunamente anche dal governatore Oliverio, che sia in grado di offrire ai cosentini cure moderne ed efficaci e si dimostri utile ad arrestare i flussi di mobilità passiva verso le altre regioni.

Giuseppe Mazzuca