Direttore: Aldo Varano    

Genua replica a Sel Calabria: "Nucera versa regolarmente i contributi al partito"

Genua replica a Sel Calabria: "Nucera versa regolarmente i contributi al partito"
 

ReP

"Da membro degli organismi nazionali, mi sorprende e mi rattrista molto prendere atto dai giornali che una formazione politica che si sta costituendo si riunisce regionalmente solo per battere cassa.Leggendo la nota stampa diffusa sui giornali sembrerebbe che il problema politico per eccellenza che ha la nuova formazione politica in Calabria è che il Consigliere del Gruppo “La Sinistra” non avrebbe versato i soldi al partito.

 

Tutto ciò mi costringe nella qualità di dirigente nazionale regolarmente iscritta al partito, a fare alcune precisazioni. Intanto mi sento di condannare il metodo, perché non è corretto fare critiche ai compagni con comunicati stampa. Ciò non fa parte della tradizione dei partiti di sinistra che utilizzano il confronto serio e leale tra compagni. Nel merito di quello che è stato scritto, bastava semplicemente chiedere informazioni ai compagni di Reggio Calabria.Tuttavia per fare chiarezza preciso quanto segue: 

Il Consigliere Giovanni Nucera versa regolarmente al Partito provinciale, non essendoci stata a livello regionale alcuna risposta alla mia richiesta ufficiale fatta prima delle elezioni del 2014 al partito regionale e nazionale – tramite raccomandata con ricevuta di ritorno – di sapere che fine avessero fatto i contributi mandati dal Nazionale alla Calabria come rimborso per le spese elettorali, dato che niente era stato versato al Partito reggino. Nonostante ciò, il Partito di Reggio Calabria non è stato a guardare ma ha svolto attività politica (2 feste provinciali, l’ultima festa regionale a cui è stato invitato Oliverio e hanno partecipato alte cariche di SEL, le campagne elettorali comunali e regionali, nonché la sede della federazione reggina che era stata chiusa e che ora è aperta), tutto questo senza che il regionale abbia mai sborsato un euro. Inoltre nel partito si stanno facendo due pesi e due misure, in considerazione ad esempio che non risultano nemmeno i contributi né di sindaci, vedi Gianni Speranza sindaco per 10 anni di Lamezia Terme, né di altri eletti che non hanno mai versato al Regionale. La nostra gente non ha bisogno di vecchie tecniche staliniste che mirano a distruggere le persone, ma ha bisogno di azioni concrete e di proposte volte a migliorare la nostra regione e la vita quotidiana dei nostri concittadini. Questo è quello che stiamo facendo in Consiglio regionale dallo scorso 23 novembre 2014, con proposte di sinistra che guardano realmente ai problemi della gente: Reddito minimo garantito, abbattimento delle barriere architettoniche, energie rinnovabili, welfare, integrazione e immigrazione. Rinnovo in questa sede la richiesta di trasparenza sull’utilizzo del contributo versato dal Partito nazionale. Che si risponda subito e senza tentennamenti. Concludo, rivolgendomi ad alcuni compagni che purtroppo per loro pensavano di fare i consiglieri regionali, ma che il popolo calabrese ha bocciato, con un detto della mia provincia: “u lupu pirdiu u pilu e va truvandu a lana”.

 

Leila Genua

 

Componente Assemblea Nazionale SEL