Direttore: Aldo Varano    

Crotone e la Commissione Europea, ora una realtà

Crotone e la Commissione Europea, ora una realtà
 

 

   

 Il giorno 8  Aprile il Comune di Crotone è stato accreditato dalla Commissione Europea  per programmare  progetti  (SVE)  che hanno come finalità  creare opportunità ai giovani calabresi attraverso il principio di mobilità e scambi informali. Il progetto è stato sviluppato dalla Dott. Graziella Cava che ha inviato e ottenuto direttamente l’accreditamento dalla Commissione Europea a Bruxelles, il Comune di Crotone sarà dunque supportato dalla stessa Commissione Europea nel partecipare ai progetti SVE riguardante il volontariato Europeo giovanile. La commissione Pari Opportunità del Comune di Crotone dovrà cosi nei prossimi mesi dimostrare di essere in grado di implementare progetti SVE in conformità delle norme del Programma “Gioventù in Azione”. Ad opinione della Dott. Graziella Cava progettista comunitaria e consigliere esterno della commissione pari opportunità tale l’approvazione comunitaria rappresentà  di sicuro un biglietto d’entrata nella sfera europea,una finestra aperta verso Europa,  un’ottima opportunità di apprendimento culturale, sociale e linguistico, un progetto di mobilità che negli ultimi 20 anni ha cambiato e influenzato il futuro di tantissimi giovani Europei. In sostanza per capirci meglio Il Servizio  di Volontario Europeo – SVE  rientra nel programma della Commissione Europea Erasmus Plus e i giovani possono svolgere un’attività di volontariato internazionale, principalmente nei Paesi dell’area geografica europea, ma anche in Africa, Sud America, Asia, Oceania per un periodo che va da 2 a 12 mesi. I giovani “volontari europei” saranno coinvolti in progetti locali, organizzati da associazioni in tutta Europa, in vari settori: dall’ecologia all’arte, dalla cultura alle attività sociali, dallo sport al tempo libero. Tutte le spese sono coperte dal Programma Erasmus+. L’Organizzazione Ospitante (Hosting Organization) fornisce vitto e alloggio piu viaggio di andata a ritorno dall’Italia al Paese di destinazione. In relazione all’accreditamento Europeo ottenuto, la confartigianato di Crotone e Ciro dara la sua totale disponibilità ad un eventuale partenariato perchè considera i progetti SVE un valore aggiunto alla propria crescita personale dei giovani calabresi, favorendo nuove competenze, capacità e conoscenze tematiche i giovani calabresi potranno cosi spenderli anche sul mercato del lavoro. In un momento di crisi, a nostro avviso, il volontariato Europeo potrebbe essere considerato e vissuto come  una risorsa preziosa che  stimola  di sicuro una reale cittadinanza Europea.