Direttore: Aldo Varano    

A scoprire se si vuole diventare medici si inizia dal liceo: il "da Vinci" di Reggio scuola capofila

A scoprire se si vuole diventare medici si inizia dal liceo: il "da Vinci" di Reggio scuola capofila
Vuoi fare il medico? Comincia dal liceo. Con cinquanta ore l'anno, tra teoria e 'pratica', per capire, sin dalla terza liceo scientifico, se la scelta di fare il medico sia o meno quella giusta. Questo il senso del progetto congiunto MIUR (Ministero dell'Istruzione, Universita' e Ricerca) - FNOMCeO (la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatria), che prendera' il via quest'anno in 27 licei scientifici italiani, la cui conferenza di avvio si e' svolta oggi a Roma. La sperimentazione didattica nasce sulla scia di un progetto pilota gia' messo in atto da sette anni - con il coordinamento del dirigente scolastico Giuseppina Princi e del presidente Omceo Pasquale Veneziano - dal Liceo Scientifico "Leonardo da Vinci" di Reggio Calabria, dove sono stati coinvolti circa 1800 ragazzi e sara' la scuola capofila. Chiave sara' la nuova disciplina opzionale "Biologia con curvatura biomedica", in orario aggiuntivo e che contribuira' alla media dei voti e all'acquisizione dei crediti formativi. Gli studenti delle terze interessati verranno inseriti nel percorso, triennale, seguiti da docenti e professionisti dagli Ordini dei Medici e Odontoiatri e faranno esperienze 'sul campo', in particolare nei laboratori di analisi. "I risultati positivi di Reggio dimostrano che il numero di giovani all'esame di ammissione si riduce anche con una maggiore informazione e migliora la qualita' del risultato. Questi ragazzi passano piu' facilmente la prova", spiega la presidente della Fnomceo, Roberta Chersevani. "E' la prima volta che mettiamo in piedi, insieme al MIUR, un progetto di cosi' grande respiro. Contiamo di estenderlo presto ai licei classici" evidenzia Roberto Stella, Coordinatore dell'Area Strategica della Formazione FnomCeo. "C'e' stata una spinta che dimostra un interesse notevole, in base alle prime proposte le scuole dovevano essere una diecina" aggiunge Massimo Esposito, dirigente tecnico del Miur. (ANSA). Y09-NAN 18-SET-17 12:56 NNNN