Direttore: Aldo Varano    

CALABRIA. Lettera sulle primarie a Magorno. SPERANZA

CALABRIA. Lettera sulle primarie a Magorno. SPERANZA

di GIANNI SPERANZA* - Caro Segretario Magorno, ho letto sui giornali che oggi vuoi incontrare i candidati alle Primarie.

Purtroppo io sono impossibilitato a partecipare perché, per motivi familiari, sono fuori Regione. Oltre a telefonarti, ti scrivo per esplicitare in maniera chiara la mia posizione in modo da fugare qualsiasi equivoco.

In una prima fase il Partito Democratico ha voluto e deciso le Primarie di coalizione. Io ho deciso di partecipare proprio per evitare che si riducessero solo ad uno scontro interno al PD. E per renderle più unitarie e più popolari. Naturalmente ho sempre cercato di esprimere quello che c'è nell'animo dei cittadini: La giunta e il Consiglio regionale subito a casa e nuove elezioni subito.

Com'è possibile che, a differenza di quanto avviene nel mondo democratico, in cui prima si decide la data delle elezioni e poi si decidono le Primarie per selezionare i candidati, in Calabria non sia stato così e ancora oggi non è così?

Ho vissuto con disagio queste prime settimane di partecipazione alle Primarie, a cominciare dall'attacco frontale subito da una persona che non conosco, l'onorevole Carbone, che si è permesso di dire che non avrei potuto parteciparvi perché iscritto a Sinistra Ecologia e Libertà.

In una seconda fase il Pd ha voluto le Primarie cosidette istituzionali concordando, voi con la presidente facente funzioni Stasi, un decreto che le fissa per il 21 settembre prossimo.

Io e tanti del centrosinistra abbiamo subito, per spirito unitario, anche questa vostra scelta, ma ancora non si sa quando si faranno veramente le elezioni regionali. Dalla stampa abbiamo addirittura letto che un Ministro della Repubblica ha espresso la sua preoccupazione per il rischio che si possa votare a Primavera del 2015.

Ad oggi infatti, continua il balletto sulle date e non c'è nessun atto ufficiale sulla data delle elezioni. In questa situazione non si capisce cosa possano fare i candidati, se non continuare a lavorare sulle Primarie con la speranza di non vivere una situazione surreale e finta. Sono troppi gli indizi, al di là delle smentite a parole, e i fatti che segnalano manovre trasformistiche con personaggi del centrodestra.

Per questo, caro segretario, sono io che chiedo a te e al Pd chiarezza, una volta per tutte, sulla data delle elezioni e sullo svolgimento trasparente e concreto delle Primarie.

Cari saluti e buon lavoro.

*già candidato alle primarie

Gianni Speranza