Direttore: Aldo Varano    

VIBO. Grillo (Ncd) Vs Salerno (Ncd): fa accordi trasversali con Callipo e De Nisi

VIBO. Grillo (Ncd) Vs Salerno (Ncd): fa accordi trasversali con Callipo e De Nisi
- ''La decisione assunta da alcuni di correre alle provinciali al fianco dei renziani del Pd, identificati da quelle stesse persone come i principali avversari politici, non credo possa conciliarsi con l'appartenenza ad un partito di centrodestra. L'assessore al Lavoro della Regione Calabria, Nazzareno Salerno siede ancora oggi in giunta regionale con la maglia del Nuovo centrodestra e con quegli stessi panni stringe alleanze decisamente discutibili''.
 
Invoca provvedimenti dal partito nazionale il commissario provinciale Ncd di Vibo Valentia, Alfonso Grillo, dopo la presentazione della lista Ncd-Udc per le elezioni provinciali, nei confronti degli esponenti del suo partito che hanno sottoscritto la lista ''Insieme per la Provincia di Vibo Valentia adesso'' formata da esponenti Pd, Ncd, Forza Italia e di Fratelli d'Italia. ''Tanti amministratori e iscritti - sottolinea Grillo - hanno fatto si' che il partito
partecipasse, per la prima volta in forma ufficiale, ad una competizione elettorale, con ben cinque rappresentanti delle realta' territoriali piu' di rilievo della nostra provincia. E cio' nonostante il comportamento scorretto di chi, pur facendone parte addirittura rappresentandolo in giunta regionale, ha agito contro l'interesse del proprio schieramento.
 
''Noi dell'Ncd non siamo avventurieri - prosegue Grillo - ne' siamo abituati a barattare i valori in cui crediamo con intese comode ed erroneamente ritenute vincenti. E pertanto invito l'assessore Salerno a riconsiderare la sua posizione all'interno del partito. Ma prima che a lui, affido la valutazione del caso ai coordinatori regionale e nazionale dell'Ncd: mi aspetto che quanto verificatosi a Vibo non passi inosservato, ma che anzi si prendano provvedimenti nei confronti di chi, pur sedendo in giunta con l'Ncd, sigla accordi trasversali con il candidato del centrosinistra alle Primarie Gianluca Callipo e l'ex presidente di centrosinistra Francesco De Nisi.
Il modus operandi di certe persone mina la stabilita' del centrodestra, specie nelle realta' comunali del vibonese, nelle quali i contrasti con questa frangia del partito hanno gia' spinto qualcuno a prenderne le distanze. Io, come tanti altri, in quel progetto politico credo ancora. E in quel perimetro mi muovo, sempre nel rispetto delle persone con cui condivido un ideale. Per quanto mi riguarda, quindi, i candidati, iscritti al Nuovo centrodestra, inseriti nella lista trasversale possono ritenersi espulsi dal partito''.