Direttore: Aldo Varano    

ROMA. De Magistris e Genchi condannati per why not

ROMA. De Magistris e Genchi condannati per why not
L’ex Pm di Catanzaro e il consulente informatico condannati per abuso d’ufficio nell’inchiesta Why Not Un anno e tre mesi di reclusione ciascuno, con sospensione condizionale della pena e non menzione sul casellario giudiziale: è la condanna che la decima sezione penale del tribunale di Roma ha inflitto all’ex pm di Catanzaro, Luigi de Magistris, attuale sindaco di Napoli, e al consulente informatico Gioacchino Genchi.
 
De Magistris e Genchi dovevano rispondere di abuso d’ufficio per aver acquisito nell’inchiesta Why Not, tra il 2006 e il 2007, quando il Pm era in servizio alla Procura di Catanzaro, senza le necessarie autorizzazioni i tabulati delle utenze di alcuni parlamentari parlamentari tra cui Romano Prodi, Francesco Rutelli, Clemente Mastella, Marco Minniti e Antonio Gentile. Il 23 maggio scorso il pm Roberto Felici aveva concluso la requisitoria sollecitando l’assoluzione per l’ex pm di Catanzaro e la condanna a un anno e mezzo di reclusione per Genchi.