Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Romeo (Pd). Il punto sull'aeroporto dopo l'incontro con l'Enac

REGGIO. Romeo (Pd). Il punto sull'aeroporto dopo l'incontro con l'Enac
"L'incontro con i vertici Enac ci consegna due elementi. L'aeroporto dello Stretto e' considerato una strategica infrastruttura nel panorama nazionale, ma la societa' che gestisce lo scalo non e' considerata capace di garantirne risanamento e sviluppo. Questa condizione pone alla politica ed alle istituzioni alcuni interrogativi ai quali occorre dare risposte serie e rapide". Lo afferma il consigliere regionale Sebi Romeo, capogruppo Pd a palazzo Campanella.  "La presenza alla riunione di Mario Oliverio, Giuseppe Raffa, Giuseppe Falcomata', Armando Neri, Riccardo Mauro, Demetrio Battaglia rappresenta una dimostrazione di come le istituzioni siano unite nello sforzo di rilancio del Tito Minniti", ha detto Romeo aggiungendo: "In questo senso, la proposta del presidente della Regione, recepita da Enac, e' indubbiamente da percorrere. Da subito e' necessario deliberare un piano industriale che affronti e risolva le criticita' individuate da Enac, che non possono essere ricondotte unicamente al costo del personale, ma bensi' ai costi di una gestione troppo onerosa e spesso apparsa fuori controllo. L'impegno di Oliverio a sostenere i costi relativi alla struttura dell'aerostazione, attraverso  la programmazione comunitaria, realizza una risposta concreta alla seconda osservazione. Adesso, considerata la dichiarazione di Raffa che durante la riunione ha garantito una immediata lettera a sollecito del piano industriale, occorre agire senza indugi per arrivare a scongiurare la decadenza della concessione, con l'obiettivo di rilanciare l'aeroporto,in linea con quanto sostenuto da Giuseppe Falcomata' che ha efficacemente sottolineato come il nostro scalo sia strategico per lo Stretto e la Calabria. Ovviamente, per essere credibile ed autorevole, l'azione delle Istituzioni non potra' prescindere da una nuova governance dello scalo, nettamente posta come condizione da Enac ed oggettivamente  necessaria a fronte della esigenza di aprire una nuova stagione. Risanamento, politiche di gestione e programmazione, cambiamento devono essere i punti fondamentali di questa cruciale fase. Insieme al Sindacato ed a Confindustria, gli Enti devono costituire un tavolo permanente per rendere questa crisi una occasione di rilancio, nel rispetto dei livelli occupazionali e del risanamento."