L’INTERVENTO. La mia Leopolda tra dieci anni

L’INTERVENTO. La mia Leopolda tra dieci anni

leopolda

Italiaventinove recita(va) il sottotitolo della Leopolda n.10.

Che cosa ricorderò io, tra dieci anni, di questi giorni?

Possibilità n.1: Come giorni particolari, appassionati e non privi di disagi: file di ore e ore accoccolata in posizioni non del tutto adatte alla mia età, con alzate all’alba, pranzi e cene ad orari per me improbabili. Sempre in mezzo a migliaia di persone, dalla stessa lingua, ma declinata nel ritmo dei più diversi dialetti italiani. E con la grazia, supplementare, d’aver trascorso, prima e dopo, altro tempo (tra cui un giorno intero ai già tante volte visitati Uffizi) nella più bella città del mondo.

Possibilità n.2: Come sopra, ma con l’orgoglio di poter dire: Io c’ero, quand’è nato – finalmente – il partito riformista, liberale e democratico, che in Italia mancava e che, poi, ha avuto un così importante ruolo nell’affermarsi di un’Italia migliore.

Il rischio che la risposta sia la prima, colorata con il sospiro che accompagna le illusioni finite, fa parte del realismo della ragione. La fiducia che, invece, possa essere la seconda sta nel sentimento collettivo – l’energia di futuro – che dava alle migliaia della Leopolda spessore di popolo: piccolo, ma popolo.

Tra dieci anni, ricorderò che alla Leopolda c’erano quelli (magari, non tutti sinceri: capita in tutti i gruppi, ma la gran parte sì) che sentivano il bisogno di un partito nuovo come l’aria e il pane. E che, poi, nel tempo, a quelli si sono aggiunti tanti altri che, superando magari il fastidio di una politica spenta e rissosa, hanno scoperto d’avere il sogno di un’Italia capace di rinnovarsi grazie ad un riformismo competente e adeguato alle sfide dei tempi.

Questo tra dieci anni. Per ora ci sono un leader, molto amato e molto odiato, non privo di difetti (meno e meno gravi di quelli che gli rimproverano) né di virtù (maggiori e più forti di quelle che gli si riconoscono) e un piccolo popolo.

La sfida che vinca l’ipotesi n.2 è tutta da percorrere e tutta in salita. Mi piace.