Direttore: Aldo Varano    

La cooperativa “Sole Insieme” si presenta alla città in un teatro “Siracusa” stracolmo.

La cooperativa “Sole Insieme” si presenta alla città in un teatro “Siracusa” stracolmo.

cnslnv     E’ stato uno spettacolo coinvolgente e

partecipato con oltre quattrocento persone presenti al Teatro “Siracusa” che hanno risposto all’invito dell’associazione “Agape” per presentare l’esperienza della cooperativa “Sole Insieme” alla città. Il gruppo di musicisti diretti dalla regia Nanni Barbaro (voce, chitarra acustica, tastiere) con Gianni Caridi (violoncello), Antonio Freno (pianoforte elettrico), Francesco Amendolia (chitarra classica), Elisa Surace (tastiere), con una performance magistrale sui testi e le musiche delle “donne cantate da De Andrè”, hanno accompagnato lo spirito dell’iniziativa e supportato un messaggio diretto e chiaro che le donne della cooperativa “Sole Insieme” volevano trasmettere alla città, nella possibilità di un riscatto civile e sociale da condizioni di disagio attraverso azioni di inclusione coraggiosa, come quella della responsabilità in una piccola impresa femminile.

Al teatro erano presenti insieme alle donne della cooperativa “Sole Insieme” con la presidentessa Giusi Nuri e la vice Virginia Puntorieri, anche la consigliera di Parità della provincia Daniela de Blasio, che ha fortemente voluto e sostenuto la nascita della cooperativa e come capofila la costruzione di un partenariato importante che includesse l’esperienza nel progetto “ReActionCity Woman”. Erano infatti presenti anche la responsabile del progetto Consuelo Nava con i giovani dell’associazione “Pensando Meridiano”, che hanno accompagnato la comunicazione dell’evento, il presidente del Tribunale Luciano Gerardis e la presidente Lilia Gaeta che fin dalle prime battute hanno seguito con partecipazione e coinvolgimento l’iniziativa; don Marco Scordo che segue con l’Agape il percorso delle donne “Sole insieme” nelle loro realtà di vita quotidiana, la consigliera comunale Nancy Iachino.

Lo aveva preannunciato Fausta Ivaldi, promotrice per Agape dello spettacolo: “Nella successione dei brani di De André, vi saranno brevi monologhi e dialoghi che avranno un legame logico e poetico con le canzoni, guardando alla realtà di oggi, con particolare riferimento a quella delle donne reggine”. E così è stato, Angela Votano, presentando lo spettacolo, ha guidato l’avvicendarsi della scena sul palco, accompagnando i presenti in questo bellissimo percorso anche recitato e raccontato da Daniela D’Agostino (attrice e cantante), Irene Polimeni (attrice) ed Eleonora Uccellini (attrice), intervenuta a conclusione su una scrittura civile di Tiziana Calabrò.

Brani che hanno testimoniato come nel tempo e attraverso le culture, la storia delle donne si sia presentata sempre con la forza di una scelta di autodeterminazione ed identitaria, tra ragione e sentimento, coraggio e passioni, ma anche come sia unica nel suo sapersi differente rispetto alla necessità di rivendicare stereotipi lessicali, sostanziali e di discriminazione civile quanto umana. Un dialogo con il pubblico attraverso monologhi ed interventi di testi importanti come quelli di De Filippo, D. Maraini, R. Korth ma anche la storia della “cortigiana” Veronica Franco, che si difese da sola dal patibolo dell’inquisizione opponendosi ad una società già misogina e bigotta, nel ‘500, e che con le sue lettere ed i suoi scritti rivendicava la dignità di qualsiasi persona, perfino di chi vende il proprio corpo. Sono stati momenti di seria e ricercata riflessione divenuti poetici e trascinanti anche grazie alle coreografie della ballerina Fatima Ranieri, inseguita sul palco dalle musiche del gruppo di Nanni Barbaro e dalle luci e dai suoni di Mario Arena.

La presidentessa di “Sole Insieme” Giusy Nuri dal palco, salutando i presenti e ringraziando per la partecipazione, ha ricordato la sfida messa in campo dalle donne ”Un modo per essere protagoniste nella nostra città attraverso un percorso di inclusione civile, accompagnate e sostenute, svolgendo la nostra attività lavorativa in altri servizi e in attesa di aprire il nostro laboratorio sartoriale nel bene sequestrato in ristrutturazione.” Quindi una bellissima apertura di anno per la città grazie a “Sole Insieme” ed “Un percorso che troverà ancora stimoli e proposte con gli altri partners e chi vorrà unirsi anche attraverso il progetto “ReActionCity Woman” e la disponibilità di supportare Sole Insieme con commesse di lavoro per i loro servizi” è così intervenuto Mario Nasone, presidente dell’Agape.