Direttore: Aldo Varano    

ROMA. Calunnie contro De Raho e Cantone: Iovine sarà ascoltato nella Capitale

ROMA. Calunnie contro De Raho e Cantone: Iovine sarà ascoltato nella Capitale
Prossimo interrogatorio a Roma per il boss della camorra Antonio Iovine, che da
qualche tempo si è pentito e collabora con l'autorità giudiziaria. Sarà sentito
come imputato di calunnia aggravata dal metodo mafioso in un processo che
coinvolge il boss Francesco Bidognetti e l'avvocato di quest'ultimo Michele
Santonastaso. L'accusa di calunnia si riferisce a quanto detto in un processo
trasferito poi a Roma da Napoli nei riguardi dei magistrati Federico Cafiero de
Raho, oggi procuratore della Repubblica a Reggio Calabria, e di Raffaele Cantone, ora presidente
dell'Autorità nazionale anticorruzione, ma già pm di Napoli. I fatti risalgono
al 2008 quando si celebrò il processo d'appello 'Spartacus' che riguardava i
capi clan dei Casalesi. In quell'occasione, assenti Iovine e Bidognetti,
Santonastaso per conto loro lesse un documento che secondo il magistrato gli era
stato affidato dai boss, contenente frasi offensive e calunniose per de Raho e
Cantone. Attraverso questa lettura fu richiesto il rinvio a altro giudice del
processo e furono pronunciate espressioni minacciose all'indirizzo dei due
magistrati mentre nello stesso tempo veniva messo in dubbio la serietà
dell'inchiesta.