Direttore: Aldo Varano    

RC. Iniziativa dei Pagliacci Clandestini al Reparto Pediatria

RC. Iniziativa dei Pagliacci Clandestini al Reparto Pediatria
ReP
 

Si è svolta nella giornata di oggi (ieri, ndr) 23 luglio la cerimonia di consegna della donazione al Reparto di Pediatria degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria da parte dell’Associazione di Promozione Sociale “Pagliacci Clandestini” e Il Centro di Ricerca e formazione “Monoriti”.

Grazie all’iniziativa musicale solidale "Tu sei Pietro... Una vita consumata nell'Amore" dedicato a San Giovanni Paolo II, avvenuta nel mese di maggio scorso è stato possibile donare al reparto una bilancia pesa persone digitale, uno statimetro a parete e tre termometri infrarossi.

“Desidero ringraziare in particolare i Pagliacci Clandestini e il Centro di Ricerca e Formazione Monoriti che hanno realizzato questa iniziativa - dichiara il primario di pediatria Demetrio Costantino - dimostrando attenzione e sensibilità nei confronti dei piccoli degenti e del reparto stesso. Donazioni di questo genere sono importanti per tutta la comunità”. 

Alla cerimonia hanno partecipato il direttore generale dott. Carmelo Bellinvia, il direttore sanitario dott. Vincenzo Sidari, il direttore amministrativo la dottoressa Carmelina Siciliano.

“Voglio cogliere l’occasione – dichiara Santo Nicito presidente dell’Associazione Pagliacci Clandestini - per lanciare nuovamente un appello importante a tutta la cittadinanza. Negli ultimi giorni si aggirano in città impostori senza scrupoli che chiedono soldi per strada e nei negozi per acquistare palloncini, caramelle e giochi, affermano che servono a finanziare le attività dei Pagliacci Clandestini in pediatria Ospedali Riuniti. Queste persone, sono state denunciate alle autorità competenti, non fanno parte del nostro gruppo; i Pagliacci Clandestini svolgono la loro attività in volontaria e totalmente gratuita presso il reparto di pediatria e non chiedono soldi per strada. Chiunque chieda denaro – continua - per conto dei Pagliacci Clandestini non è autorizzato a farlo e inganna le persone, commettendo il reato penale di truffa. Eventuali donazioni, come quella di oggi, da parte di privati o aziende vengono rese note attraverso comunicati stampa, il sito web dell'associazione e le pagine sui social network. Le stesse, vengono utilizzate per donare macchinari utili a pediatria o per allestire nuove attività ludico/ricreative all'interno del reparto. ”