Direttore: Aldo Varano    

On. Morrone (FI): necessari nuovi fondi per lavoratori Programma Stages 2008

On. Morrone (FI): necessari nuovi fondi per lavoratori Programma Stages 2008
ReP
 

“Non lasceremo che l’esperienza dei lavoratori del Programma Stages 2008 cada, in silenzio, nel vuoto. Infatti, abbiamo già chiesto all’assessore al Bilancio On.Giacomo Mancini, che si è mostrato sensibile al tema, di affrontare la delicata questione ed assegnare, nel prossimo imminente assestamento di bilancio, fondi adeguati per il proseguio lavorativo degli stessi”.

Così il Presidente dei consiglieri regionali di Forza Italia On. Ennio Morrone, di concerto sia col gruppo azzurro a Palazzo Campanella che con l’assessore al ramo Mancini, nell’ultima riunione della formazione politica tenutasi a Catanzaro.

La vicenda dei 320 partecipanti al programma, ha rappresentato in questi anni, un unicum dal punto di vista meritocratico con l’erogazione, da parte della Regione, di voucher che hanno premiato le giovani eccellenze del nostro territorio ed i suoi migliori laureati in modo da consentire loro di lavorare, a fronte di un dignitoso riconoscimento economico, presso Pubbliche amministrazioni calabresi. E che, al contempo, ha costituito un autentico calvario fatto di contrattualizzazioni a stentate e precariato non riconosciuto: basti pensare all’esclusione dall’Albo del precariato regionale.

“La ricetta indispensabile per immaginare un futuro diverso per la Calabria -prosegue Morrone, che è anche depositario della delega alle Politiche giovanili- è offrire opportunità lavorative alle giovani generazioni, soprattutto a quanti hanno dimostrato particolari capacità e meriti, e che un giorno potrebbero, anzi dovrebbero, comporre l’intelaiatura della classe dirigente di questa terra.

Per tutte queste ragioni, crediamo che, in sede di definizione dell’assestamento di bilancio -conclude Morrone- si possa stanziare una somma appropriata, in modo da garantire una proroga per i giovani appartenenti al bacino del Programma Stages 2008, residenti in tutta la regione, che vada da sei mesi ad un anno”.