Direttore: Aldo Varano    

RC. “Miti Contemporanei”: incontro con Galatea Ranzi, attrice premio Oscar con "La Grande Bellezza"

RC. “Miti Contemporanei”: incontro con Galatea Ranzi, attrice premio Oscar con "La Grande Bellezza"
ReP
 

Il Circolo del Tennis “Rocco Polimeni” ha fatto da proscenio ad un incontro – confronto tra gli addetti ai lavori e Galatea Ranzi, attrice protagonista dello spettacolo “Fedra – Diritto all’amore” che chiuderà i lavori del Festival teatrale itinerante “Miti Contemporanei”, giunto alla sua terza edizione, organizzato dalla Compagnia “Scena Nuda” di Reggio Calabria. Ad aprire la conversazione c’ha pensato Teresa Timpano, direttrice artistica della compagnia reggina: « una degna conclusione – commenta la Timpano – per un Festival che ha voluto consolidare l’idea del mito facendosi trasportare dal macrotema dell’anno, ossia il volo. Avere un’artista come Galatea Ranzi che si esibirà al nostro “Zanotti Bianco” ci riempie di orgoglio e crediamo sia un bel regalo fatto alla cultura di Reggio Calabria ».
Galatea Ranzi già premio UBU a soli 21 anni, nel 2012 ha vinto il premio “Eleonora Duse”, nota al grande pubblico per Emma Saint Germain della soap opera “CentoVetrine”, è una delle più importanti attrici teatrali italiane. Nel 2014 ha vinto il Premio Oscar con “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino.
« Ci sono moltissimi legami con il “contemporaneo” – dichiara l’attrice – anche perché la regista che è Consuelo Barillari è partita da un film su Fedra, del 1964, dal quale abbiamo preso molti spunti: quell’atmosfera e quel riportare una Fedra moderna nel suo luogo di appartenenza è uno stranissimo meccanismo e ti fa capire quanto il mito ti appartiene, fa parte del nostro dna, ancora, per fortuna ».
« Sono stata in Calabria tre anni fa, non ero mai stata se non di passaggio avendo abitato tanti anni in Sicilia, quindi ricordo luoghi meravigliosi e quell’andare a teatro che mi colpisce sempre molto: avete ancora – afferma il premio Oscar con “La Grande Bellezza” - un approccio al teatro, un attesa dal teatro molto alta, quasi ancora una cosa rituale, questo è un aspetto che spero non si perda mai ».
L’appuntamento, dunque è per domani 27 luglio alle ore 21.30 a Reggio Calabria presso il Teatro U. Zanotti Bianco nell’ambito della III Edizione del Festival Miti Contemporanei della Compagnia Scena Nuda andrà in scena “Fedra. Diritto all’amore”, produzione del Festival dell’Eccellenza al Femminile – Compagnia Schegge del Mediterraneo con la regia di Consuelo Basilari e il testo originale di Eva Cantarella. « “Miti Contemporanei” – conclude Galatea Ranzi, che domani chiuderà la terza edizione del Festival teatrale itinerante, organizzato da “Scena Nuda” - racchiude nel suo splendido nome qualcosa di molto importante: i miti sono parte di noi e non vanno persi assolutamente, vanno conosciuti: prima si conoscono, prima si ha confidenza con la mitologia, più dentro questa “lavora” a livello dell’inconscio. Qualcosa di veramente molto antico, ma allo stesso modo “profondo in noi” ».