Direttore: Aldo Varano    

Calabria, Nesci e Morra (M5S): Renzi non vuole nominare commissario per rientro nella sanità

Calabria, Nesci e Morra (M5S): Renzi non vuole nominare commissario per rientro nella sanità
ReP
 

«La mancanza del commissario per il rientro dal debito sanitario favorisce nomine dirigenziali illegittime da parte della giunta della Regione Calabria. Il governo Renzi, latitante, è il primo responsabile». Lo dichiarano i parlamentari M5S Dalila Nesci e Nicola Morra, che aggiungono: «Da tre mesi, decaduto Giuseppe Scopelliti, il governo non nomina il commissario per il rientro. Come si giustifica il presidente del Consiglio? Curiosamente fu rapidissima, invece, la nomina del sub-commissario al posto del dimesso Luigi D’Elia. In un giorno scelsero Andrea Urbani, in rapporto con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, compagna di partito di Scopelliti».
Sottolineano i due parlamentari Cinque Stelle: «Il gravissimo ritardo sul commissario per il rientro serve a Scopelliti per muovere ancora i fili in Calabria, nell’ambito, fondamentale, della sanità. È la riprova di squallidi accordi e complicità tra i partiti; è la dimostrazione del ruolo della Calabria per gli equilibri a Roma, a tre mesi dalle regionali».
Concludono Nesci e Morra: «Sotto rientro, la Regione non ha il commissario e il governo finge di non saperlo. Intanto, con sfacciati abusi di potere la giunta Stasi dispensa incarichi strapagati, fregandosene dei calabresi e del futuro della Calabria. Sono tutti una cosa sola».