Direttore: Aldo Varano    

RC. A Bova Marina il ceppo di Giovanni Gligora

RC. A Bova Marina il ceppo di Giovanni Gligora
ReP
“In un piccolo paese dell’Aspromonte, nel periodo compreso tra la prima e la seconda guerra mondiale, vive una comunità di pastori e contadini. Maria, la protagonista del romanzo, è un’adolescente che non ha mai conosciuto il gioco perché occupata fin da piccola ad aiutare la madre in casa e a far crescere gli altri fratelli. Il padre è un pastore e un giorno, all’insaputa di Maria, la promette sposa ad Andrea, pastore anche lui. Comincia così, per la giovane, un calvario di fame e miseria”. Prosegue con “Il Ceppo” di Giovanni Gligora, la programmazione di “Scrivere in Aspromonte”, la rassegna culturale itinerante promossa dal mensile “In Aspromonte” in collaborazione con l’Associazione Culturale “I Chòra” di Bova,  che lunedì 29 Dicembre alle 17:00 farà tappa al centro Archeoderi di località San Pasquale di Bova Marina. All’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Bova Marina e moderato da Gianfranco Marino, parteciperanno, oltre all’autore Giovanni Gligora anche Antonella Italiano, Direttore Responsabile di In Aspromonte, Franco Tuscano responsabile del centro di documentazione Archeoderi, Vincenzo De Angelis e Pino Macrì della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, Giovanni Favasuli,. Lucia Catanzariti e Giuseppe larizza che cureranno la parte relativa al reading letterario ed alla musica. “Il prossimo appuntamento - spiega Gianfranco Marino – riproporrà con il lavoro di Gligora, la formula ormai consolidata che ha riscosso davvero tanto successo, unendo alla parte squisitamente letteraria anche la lettura di brani e gli intermezzi musicali tematici eseguiti dal duo Favasuli Catanziriti a cui per l’occasione si unirà anche Giuseppe Larizza. Il lavoro di Giovanni Gligora - conclude Marino -  ripropone un mondo ormai quasi dimenticato, ma forse non da tutti, vivo nei ricordi di molti, tra rimpianti, sofferenza, nostalgia, voglia di affetto e sentimenti sempre contrastanti, insomma un appuntamento da non perdere.