Direttore: Aldo Varano    

REGGIO. Per mobilità sostenibile penultima d’Italia (batte Siracusa)

REGGIO. Per mobilità sostenibile penultima d’Italia (batte Siracusa)

Bologna conquista la prima posizione e si aggiudica il titolo di città più "eco-mobile" d'Italia. Vince non solo per una buona dotazione di parcheggi a pagamento e di scambio, per il basso indice di incidentalità sulle strade e la dotazione di corsie ciclabili, ma anche per una elevata domanda soddisfatta dal trasporto pubblico e per il servizio di car sharing, nonché' per le attività del mobility manager di Area. Sul podio anche quest'anno tutte città del nord, con il secondo posto a Parma e il terzo a Milano; poco sotto Venezia al quarto posto e Brescia al quinto. Nella "top ten" si confermano anche Bergamo al sesto posto e Firenze al settimo, mentre Roma e' soltanto al ventiquattresimo posto.

Chiudono la "top ten" Padova all'ottavo posto, Torino al nono e Genova al decimo. In fondo alla classifica della mobilità sostenibile Siracusa, Reggio Calabria e Potenza. La graduatoria delle citta' alla ricerca di una mobilita' piu' sostenibile e' contenuta nell'ottavo Rapporto "Mobilita' sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 citta'", elaborato da Euromobility con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare. Sempre ricca di indicatori questa ottava edizione che tiene conto delle innovazioni introdotte (car sharing, bike sharing, mobility manager), della presenza di auto di nuova generazione o alimentate a combustibili a piu' basso impatto (gpl, metano, ibride, elettriche), dell'offerta e dell'uso del trasporto pubblico, delle corsie ciclabili, delle zone a traffico limitato e di quelle pedonali.